Milano, 21 ottobre 2018 - Rave party notturno in via Polidoro Da Caravaggio, in fondo a viale Certosa. "Ennesima notte che si prospetta insonne, ennesima beffa a una proprietà privata senza che nessuno intervenga", tuonavano poco dopo mezzanotte i residenti del Comitato Petrarca: tanti sono scesi in strada a filmare "l'assalto" nello stesso luogo che stando alle segnalazioni è lo stesso preso di mira altre due volte nell'ultimo anno e mezzo sempre per rave party abusivi, tra il 10 e l'11 giugno del 2017 e lo scorso 25 aprile. Una struttura con piano terra e garage.  

"Sfondato un cancello, alcuni ragazzi sono entrati con un furgoncino. Ora ne arrivano a centinaia. Siamo sotto assedio e non sappiamo come difenderci, tutto il quartiere è tenuto sotto scacco da questa orda di ragazzi che consumeranno droga e faranno scempio della nostra zona". I cittadini hanno subito allertato le forze dell'ordine e sul posto sono arrivate alcune Volanti della polizia che hanno presidiato l'area per evitare che la situazione degenerasse. A fianco dei cittadini, il presidente del Consiglio di Municipio 8 Fabio Galesi, rimasto in via Polidoro Da Caravaggio per ore. "Al mattino - la conclusione degli abitanti - ci toccherà fare lo slalom tra persone stese a terra e vomito?".

Gli agenti della Digos della Questura di Milano, dopo un primo monitoraggio, nel corso della mattinata hanno provveduto a controllare e ad identificare all'atto dell'uscita dal capannone circa 17 persone di cui 10 sono state denunciate per invasione di terreni ed edifici e disturbo della quiete pubblica. La Digos ha inoltre provveduto al sequestro dell'attrezzatura utilizzata per la musica e i furgoni utilizzati per il trasporto.