Piazza Trento e le vie circostanti cambieranno volto: cosa prevede il progetto

I lavori saranno finanziati con gli oneri di urbanizzazione della Torre A2A: obiettivo realizzare uno spazio urbano godibile, a vocazione pedonale e ciclabile

Un rendering del progetto
Un rendering del progetto

Milano, 9 dicembre 2023 – Il progetto vale 11,6 milioni di euro e cambierà il volto di piazza Trento e delle vie contigue Crema, Palladio e Adige. L’area diventerà più verde e con più spazio per i pedoni, non solo uno snodo del traffico cittadino. Si tratta di uno dei tasselli della riqualificazione dell’intera zona, dove nascerà la Torre A2A e, dall’altra parte di viale Isonzo, il Villaggio olimpico nell’area dell’ex scalo ferroviario di Porta Romana.

Gli interventi su piazza Trento e vie limitrofe verranno effettuati proprio a scomputo degli oneri di urbanizzazione e con gli extra oneri dovuti per la costruzione del nuovo quartiere generale di A2A, consistente nella realizzazione di due edifici. Il primo sarà un grattacielo, la cosiddetta Torre Faro, la cui altezza prevista è di 144 metri e che ospiterà gli uffici, lo sky garden e il belvedere.

Il passo avanti in direzione della realizzazione del progetto da cui siamo partiti è stato fatto dalla Giunta comunale, che ha approvato le linee di indirizzo per il restyling della piazza e delle tre vie sopramenzionate.

Il progetto, firmato dagli architetti Antonio Citterio e Patricia Viel, gli stessi che hanno firmato il progetto della Torre A2A, è concepito per trasformare piazza Trento da mero snodo di traffico ad area fruibile da cittadini e cittadine come luogo di aggregazione, e prevede la completa rivisitazione degli spazi pubblici partendo dalla sostituzione dell’intera rete di sottoservizi per arrivare alla creazione di un’area a verde accessibile, alla riqualificazione dei marciapiedi e del parterre centrale, cui si aggiungono la creazione di nuove connessioni ciclabili e di un’area cani.

Dalla piazza, la trasformazione si irradia poi nelle strade limitrofe: in via Crema angolo via Giulio Romano verrà realizzato ex novo il sagrato della chiesa di sant’Andrea, il tratto sud di via Crema sarà pedonalizzato (un intervento che permetterà anche l’introduzione di una piccola area giochi), e tra le vie Crema-tratto nord, Salmini e Verona verrà formata una nuova piazzetta pedonale.

I marciapiedi, allargati fino a 10 metri, diventeranno complanari alle carreggiate, che verranno ridotte, le alberature e le aree verdi mantenute ed incrementate (in via Adige in particolare è previsto un nuovo filare alberato), i tratti ciclabili potenziati e connessi tra loro. La risistemazione dell’area interesserà anche il mercato rionale di via Crema, ampliandone lo spazio dedicato. Le linee di indirizzo appena approvate sono funzionali alla firma della convenzione che avverrà a breve, e che dovrà comprendere anche la previsione di un nuovo parcheggio pubblico in piazza Trento. Il complesso degli interventi di riqualificazione dell’area prevede, infine, anche il recupero dei due edifici storici presenti, che hanno funzioni di servizio per A2A.

"Prosegue la riqualificazione di un’altra porzione di città – commentano gli assessori Giancarlo Tancredi (Rigenerazione urbana), Arianna Censi (Mobilità) e Alessia Cappello (Sviluppo economico) – con il duplice obiettivo di restituire a cittadini e cittadine uno spazio urbano godibile, a vocazione pedonale e ciclabile, e di sanare la discontinuità oggi esistente con la zona di Porta Romana, prevedendo un unicum riqualificato fino all’ex Scalo, alla Fondazione Prada e all’ambito Symbiosis".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro