Pensionato ucciso. Condanna a 14 anni per moglie e amante

Condannati a 14 anni di carcere la compagna e l'amante per l'omicidio di Piero Luigi Landriani a Milano. Sentenza del gup Baraldo dopo processo con rito abbreviato. Motivazioni entro 90 giorni.

Pensionato ucciso. Condanna a 14 anni per moglie e amante

Pensionato ucciso. Condanna a 14 anni per moglie e amante

Per l’omicidio di Piero Luigi Landriani, l’uomo di 69 anni che lo scorso 25 aprile è stato ucciso con circa venti coltellate all’interno del suo appartamento nel quartiere Corvetto, sono stati inflitti 14 anni di carcere alla compagna, Andreia Cristiane Nascimento, cinquantenne brasiliana, e a Giovanni Iuliano, italiano di 36 anni e amante della donna. La sentenza di condanna è del gup Massimo Baraldo arrivata al termine del processo con rito abbreviato, riconoscendo le circostanze generiche equivalenti alla recidiva.

Il pm Luca Gaglio, che ha ereditato il caso dal collega Andrea Fraioli (trasferito alla procura generale di Trento), aveva chiesto una condanna a 20 anni per Iuliano e 17 anni e 8 mesi per Nascimento. Le difese di entrambi avevano invece chiesto l’assoluzione con formula piena dato che i loro assistiti si sono sempre accusati a vicenda, ciascuno scaricando le responsabilità sull’altro. Le motivazioni saranno depositate in 90 giorni.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro