Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
23 mag 2022

Parte dal Parco Tobagi il corridoio verde lungo i binari di Trenord

23 mag 2022
Da sinistra Cesare Peverelli Marco Piuri Luigi Magistro e Paolo Garavaglia in visita al parco
Da sinistra Cesare Peverelli Marco Piuri Luigi Magistro e Paolo Garavaglia in visita al parco
Da sinistra Cesare Peverelli Marco Piuri Luigi Magistro e Paolo Garavaglia in visita al parco
Da sinistra Cesare Peverelli Marco Piuri Luigi Magistro e Paolo Garavaglia in visita al parco
Da sinistra Cesare Peverelli Marco Piuri Luigi Magistro e Paolo Garavaglia in visita al parco
Da sinistra Cesare Peverelli Marco Piuri Luigi Magistro e Paolo Garavaglia in visita al parco

Parte dal Parco Tobagi di via Tobagi, nel quartiere settentrionale di Fornasè, il grande corridoio verde lungo la rete dei binari di Ferrovie nord, che coinvolge 24 Comuni lombardi e ben 41mila ettari di terreno, per ospitare migliaia di alberi. Gli arbusti e le essenze autoctone, piantumati grazie al progetto Piantalalì ideato da Trenord poche settimane fa, stanno già crescendo e si apprestano a diventare un bosco urbano sui 62mila metri quadrati di quest’area del parco, compresa tra il settore degli Orti condivisi e l’ultimo tratto cittadino della linea Milano-Asso. L’obiettivo è quello di avere anche e soprattutto a Cormano, tra i territori locali più attraversati dai flussi viabilistici verso la metropoli milanese, una vera e propria zona d’ombra, tipica delle foreste urbane, in grado di rendere piacevoli la sosta e le passeggiate dei residenti e di separare appunto il Parco Tobagi dai binari, assorbendo il rumore e le polveri sottili. Nei giorni scorsi Marco Piuri, ad di Trenord, Luigi Magistro, sindaco di Cormano, e Cesare Peverelli della Peverelli Srl hanno compiuto un sopralluogo al Tobagi,apprezzando quanto le essenze già innestate siano in piena crescita: "Proprio da Cormano è partita la prima piantumazione del corridoio verde che proseguirà in altre città", conclude il sindaco Magistro.Giuseppe Nava

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?