Quotidiano Nazionale logo
11 mag 2022

Palpeggia una donna alla fermata del metrò: in manette sedicenne

Duomo, il minorenne ha seguito la trentatreenne e l’ha aggredita. L’allarme alla security Atm

Si è accorta immediatamente di quella presenza all’interno del vagone della metropolitana. Sì, perché il ragazzo ha iniziato a fissarla con insistenza, intimorendola e facendole capire in maniera chiara che l’aveva puntata. Poi, quando la donna è scesa, lui si è alzato di scatto e l’ha seguita, avvicinandosi sempre di più nel tunnel di collegamento tra una linea e l’altra e cercando di palpeggiarle le parti intime. Il raid è avvenuto alle 23 di lunedì alla fermata Duomo della linea gialla del metrò e si è concluso con l’arresto per violenza sessuale di un sedicenne di origine egiziana, con ogni probabilità un minore non accompagnato mai censito prima nelle banche dati delle forze dell’ordine. La vittima dell’aggressione è invece una trentatreenne ucraina, che è riuscita a dare subito l’allarme e a mettersi in salvo prima che la situazione potesse ulteriormente degenerare. I primi a intervenire sono stati i vigilantes del servizio di sicurezza interna di Atm, che si sono accorti delle difficoltà della donna e le si sono avvicinati per capire cosa fosse successo.

A quel punto, è scattata la comunicazione agli operatori della centrale operativa, che a loro volta hanno comunicato l’accaduto agli agenti di via Fatebenefratelli. Dopo aver ricostruito l’accaduto e aver raccolto la testimonianza dell’aggredita, i poliziotti hanno arrestato il sedicenne e l’hanno trasferito nel carcere minorile Beccaria.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?