Quotidiano Nazionale logo
3 mag 2022

Nuova vita per il complesso cascinale di Terzago

Rilancio per l’antichissima frazione di Trezzano sul Naviglio. "Così l’intero borgo verrà rilanciato preservando le antiche radici"

francesca grillo
Cronaca

TREZZANO SUL NAVIGLIO

di Francesca Grillo

L’antichissima frazione Terzago di Trezzano sul Naviglio tornerà finalmente a vivere, con un ambizioso piano di riqualificazione che terrà conto della modernità di impianti, sicurezza e sistemi di costruzione, preservando allo stesso tempo l’istanza storica e tradizionale dell’area, un bene paesaggistico da preservare.

Un borgo antichissimo che sorge lungo la strada provinciale 162 Gaggiano-Cusago, all’interno del Parco Agricolo Sud Milano e presente - stando alle ricerche storiche - già nel Catasto Teresiano del 1722.

La Giunta comunale ha approvato il piano di recupero che consentirà di riqualificare l’area con opere di manutenzione, risanamento e ristrutturazione degli immobili esistenti, un tempo connessi soltanto all’attività agricola e oggi purtroppo in stato di degrado (circa 6.700 metri quadrati in totale).

"Si conclude il lungo iter burocratico – spiega il sindaco Fabio Bottero – che ha visto l’adozione del piano di recupero a fine 2020: dopo il periodo per le osservazioni, l’acquisizione dei pareri del Parco Sud e i successivi perfezionamenti al progetto, abbiamo finalmente approvato il piano definitivo che porterà a una rigenerazione dell’area con la valorizzazione della frazione storica del nostro Comune, a disposizione di tutta la comunità".

Secondo il progetto, "oltre ad abitazioni e un agriturismo, sorgerà un museo, si svolgeranno iniziative culturali, corsi di formazione e celebrazioni di eventi come matrimoni", aggiunge Bottero.

Secondo il Piano, l’azienda agrituristica sarà estesa per oltre tremila metri quadrati di superficie per ospitare fino a sessanta persone.

Saranno realizzate inoltre nuove residenze con 32 alloggi. Non è tutto: la Giunta ha approvato anche il Piano attuativo di via Marconi che, in sostituzione di un’area industriale dismessa (ex Tecnocolor), prevede la costruzione di tre palazzine residenziali in classe A per circa 40 nuovi alloggi con 40 garage e altrettanti posti auto.

Incluse nel progetto di riqualificazione anche opere di urbanizzazione: nuovo parcheggio in via Pirandello e percorsi ciclabili in via Marconi e in via Morona. "L’operatore – precisa ancora il sindaco – realizzerà opere importanti per la nostra comunità. Proseguono, intanto, i progetti sociali, in collaborazione con i comitati di quartiere e con i residenti, per rendere più attivo il territorio. A questo – conclude il primo cittadino – si aggiunge la realizzazione dei percorsi ciclabili per incentivare la mobilità sostenibile e la transizione ecologica".

Segui gli aggiornamenti

sul sito web del nostro

quotidiano www.ilgiorno.it

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?