Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
18 giu 2022

Magnesio e acqua combattono astenia e caldo

18 giu 2022
susanna
Cronaca

Susanna

Messaggio

Giugno ha fatto il proprio ingresso in maniera trionfale portando temperature e giornate roventi. E’ importante conoscere e assecondare i diversi modi con cui il nostro organismo reagisce al grande caldo: la prima conseguenza è sempre un aumento della sudorazione che porta alla perdita insieme all’acqua anche di elettroliti e minerali che vanno reintegrati al più presto, come ad esempio il magnesio, un microelemento indispensabile alla funzionalità dell’organismo, specie dopo una prolungata esposizione al caldo, un intenso allenamento sportivo, o uno sforzo fisico, bevendo tanto e spesso. Se questo processo di termoregolazione si interrompe a causa di una mancanza di traspirazione o di un’esposizione prolungata al calore, si possono avere disturbi che iniziano con crampi muscolari, ma che possono trasformarsi in sintomi quali estrema stanchezza, disorientamento mentale e svenimento. Il Magnesio - spiega la dottoressa Manuela Mapelli, nutrizionista e Ambassador Fileni- è un macroelemento presente nel nostro organismo in quantità molto elevate, mediamente una persona adulta ne contiene 24 grammi e la metà di questo è concentrato nelle ossa, nei muscoli e nel tessuto connettivo. Il magnesio è indispensabile per la funzionalità di cuore e cervello e nelle reazioni chimiche tra le cellule. Una sana alimentazione è la prima fonte naturale di magnesio. Sono una significativa riserva di magnesio la frutta secca ed oleosa in quantità non superiore a 30 grammi al giorno, come anche il cioccolato meglio se fondente all’80 per cento. Lo sono anche i cereali come il miglio (privo di glutine e la crusca di frumento) e poi i legumi come i fagioli, fave e piselli, e tra gli ortaggi spiccano i carciofi, la rucola ed il songino. Sono ricchi di magnesio i gamberi e la bresaola. La frutta che contiene maggiori quantità di magnesio? Fichi d’india e banane. Si può ricorrere anche agli integratori, meglio in forma citrato, addizionato di vitamina C, perché potenzia l’attività del magnesio ed il suo miglior assorbimento.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?