Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
25 mag 2022
giulia bonezzi
Cronaca
25 mag 2022

Ilaria e Daniele: "Così è nata la proposta di matrimonio alla festa scudetto del Milan"

Supertifosi del Milan, sono i ragazzi della proposta di matrimonio in Duomo. "Il 22 maggio 2022, il 22, il numero di Kakà"

25 mag 2022
giulia bonezzi
Cronaca

Trovate questo articolo all'interno della newsletter "Buongiorno Milano". Ogni giorno alle ore 7, dal lunedì al venerdì, gli iscritti alla community del «Giorno» riceveranno una newsletter dedicata alla città di Milano. Per la prima volta i lettori potranno scegliere un prodotto completo, che offre un’informazione dettagliata, arricchita da tanti contenuti personalizzati: oltre alle notizie locali, una guida sempre aggiornata per vivere in maniera nuova la propria città, consigli di lettura e molto altro. www.ilgiorno.it/buongiornomilano

Mentre guidava da Biella verso Milano, accanto a Ilaria che esultava con Sassuolo - Milan in diretta sul telefonino, Daniele aveva "un’ansia assurda, nello stomaco non mi sarebbe entrato un chicco di riso... Soffrivo due volte". Una insieme alla sua compagna, per la partita che avrebbe regalato alla loro squadra lo scudetto. E una in silenzio, perché aveva in tasca l’anello col quale, appena dopo il fischio dell’arbitro al Mapei Stadium di Reggio Emilia, le avrebbe chiesto di sposarlo. In piazza Duomo, nel mezzo della festa rossonera. Solo se il Milan avesse vinto il campionato: "Altrimenti avrei nascosto l’anello e avrei tenuto duro un altro po’". "Se me l’avesse chiesto dopo lo scudetto all’Inter gli avrei detto no a prescindere", strizza l’occhio lei. I ragazzi della proposta di matrimonio immortalata domenica dal fotografo del Giorno sono Ilaria Delfino, 27 anni, nata a Biella da genitori di origini calabresi, e Daniele Calabrò, trent’anni, di Reggio Calabria: si sono conosciuti in vacanza e stanno insieme da un pezzo, "facciamo nove anni a luglio".

Festa Milan, scatta la proposta di matrimonio
Festa Milan, scatta la proposta di matrimonio

"Supertifosi del Milan".

Daniele: "Lei forse più ancora di me, e sono uno che in casa gira con le ciabatte rossonere; prima di trasferirmi a Biella salivo con gli amici a San Siro. Abbiamo visto tante partite noi due, anche in trasferta".

Ilaria: "Daniele non poteva farmi un regalo più bello. Ha compreso che per me era la situazione perfetta, avevo pure la maglia del mio idolo Shevchenko. Ed era il 22 maggio 2022: ventidue, il numero di Kakà".

Ma se l’aspettava?

"Per niente, sono caduta dal pero. Avevamo cominciato a parlare di matrimonio, ma domenica a tutto pensavo tranne a quello, ero in ansia per il Milan... E dopo ero così presa dalla festa che non mi sono nemmeno accorta che Daniele aveva dato il suo smartphone a una sconosciuta per farci fare un video".

Cosa ha fatto, Daniele?

"Eravamo solo noi due, così ho identificato una ragazza che mi sembrava affidabile, le ho detto solo: “Fammi un video, mi raccomando che è importante”. Le persone intorno a noi si sono aperte a cerchio, battevano le mani, ci abbracciavano... Io non me lo aspettavo, ero anche un po’ imbarazzato".

Ma quando le è venuta l’idea?

"L’idea di sposarci c’era, e insomma, eravamo in ballo con ’sto scudetto, il Milan è la passione più forte che abbiamo, allora mi son detto: “Se vinciamo glielo chiedo in quel momento, altrimenti aspetto un’altra occasione”. Da metà campionato ci speravamo, poi quando l’Inter ha perso a Bologna, con quell’errore così eclatante del portiere, l’ho preso come un segno del destino: era l’anno buono, con una bella squadra, una bella società".

Lo scudetto l’aspettavate da tanto, vero Ilaria?

"Da undici anni! Io l’ultimo l’ho festeggiato in cameretta... Volevamo anche andare a San Siro per Milan-Atalanta, però i biglietti erano esauriti. Ma così è stato molto più bello. Domenica io dovevo essere in Duomo, a Daniele ho detto: “Se vuoi vieni con me, altrimenti ci vado da sola”".

Non a Reggio Emilia?

Ilaria: "L’avremmo tanto voluto, ma domenica pomeriggio avevamo il battesimo del figlio di un cugino al quale siamo molto legati. Siamo andati alla cerimonia, ma prima del rinfresco siamo scappati, ci siamo cambiati con le maglie del Milan e siamo partiti per Milano".

Daniele: "Abbiamo visto la partita in autostrada, cioè lei l’ha vista, io guidavo. Il terzo gol l’abbiamo festeggiato alla barriera di Milano, siamo arrivati in Duomo a 20 minuti dalla fine".

E dopo il sì?

Ilaria: "Abbiamo continuato a festeggiare, ed è stato bellissimo, una festa assurda: una marea rossonera, di ogni età, con bambini, famiglie... Uno spettacolo che speriamo di vedere più spesso, altri undici anni sarebbero eccessivi!"

Daniele: "Ci ha commossi l’affetto, della gente che era in piazza, e poi degli amici, e di persone che non vedevamo da anni quando abbiamo messo il video sui social".

Quando vi sposate?

Ilaria: "Non c’è ancora nulla di organizzato, proveremo a farcela per l’anno prossimo. E sicuramente ci sarà un riferimento al Milan, forse un tema rossonero... Qualcosa c’inventiamo per forza".

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?