Milano, 26 febbraio 2018 - E' morto all'età di 81 anni Gian Marco Moratti. Nato a Genova il 29 novembre 1936, si era laureato in giurisprudenza presso l'Università di Catania e fino al giorno della sua scomparsa ha rivestito il ruolo presidente del Consiglio di amministrazione di Saras, società petrolifera fondata nel 1962 dal padre, Angelo Moratti.

Gian Marco è stato inoltre socio accomandatario e vicepresidente di Angelo Moratti, vicepresidente di Confindustria, componente del consiglio direttivo e della giunta dell'Unione Petrolifera e presidente vicario di Iefe (Istituto di Economia delle Fonti di Energia dell'Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano). Dopo aver iniziato la propria attività nel 1965 alla raffineria Raisom di Augusta, in Sicilia, Moratti ha ricoperto diversi incarichi, tra cui quelli di presidente dell'Unione Petrolifera (dal 1988), componente del Comitato Ministeriale per l'Industria e l'Ambiente, componente del Comitato Interministeriale per il Coordinamento dell'Emergenza Energetica, componente del Comitato Nazionale di Coordinamento Contro l'Abuso di Droghe, componente del consiglio di amministrazione della della Banca Nazionale del Lavoro e della F.C. Internazionale Milano, oltre che quello di presidente di Norman Kraig & Kummel Italiana. Tra le onorificenze ricevute si segnala invece quella di Cavaliere del lavoro, assegnatagli nel 1992 dal Quirinale.

Mell'ottobre del 2013 Gian Marco con il fratello Massimo hanno blindato il gruppo di famiglia con un patto siglato dalle due accomandite (Sapa) di Gian Marco e Massimo Moratti, nate dalla scissione in due della Angelo Moratti Sapa, vincolando così il 50,02% del capitale della Saras. Per quanto riguarda la vita privata, Gina Marco Moratti ha avuto due matrimoni e quattro figli: Angelo e Francesca, avuti da Lina Sotis, e Gilda e Gabriele, nati dalle seconde nozze con Letizia Brichetto Moratti.