Emanuele Troise (foto Schicchi)
Emanuele Troise (foto Schicchi)

Mantova, 31 marzo - Il Mantova conquista nell’insidioso recupero in casa di un Ravenna affamato di punti la vittoria che gli permette di inserirsi in zona play off. Un 2-0 di rigore per la squadra di Troise, che, pur scesa in campo con qualche assenza di troppo, ha saputo trasformare i due tiri dal dischetto assegnati dall’arbitro per i falli subiti da Ganz e Cheddira. Un uno/due dal dischetto che ha costretto alla resa il fanalino di coda, che pure aveva cominciato la partita con i migliori propositi. In effetti i romagnoli, costretti a vincere per cercare di abbandonare l’ultimo posto, partono a spron battuto e al 1’ Ferretti va pericolosamente al tiro, ma Tosi è bravo e sventa la minaccia.

Superato lo spavento iniziale, la squadra biancorossa (nell’occasione in casacca azzurra) assume gradatamente il controllo del gioco e non solo riesce a preservare la propria porta da particolari insidie, ma riesce ad andare alla conclusione con capitan Guccione e con Ganz, che poi, al 14’, costringe Jidayi ad un provvidenziale recupero per impedire la conclusione dell’attaccante virgiliano, ben servito da Panizzi.

La prima, nitida palla-gol è di marca ospite e giunge al 16’. Cheddira raccoglie un invitante cross di Zanandrea in mezzo all’area, ma il suo tiro termina a lato con la porta ormai sguarnita. Dopo un botta e risposta tra Martignago e Cheddira rimasto senza esito, il Mantova torna a premere in avanti e al 33’ Panizzi non riesce a deviare di testa un cross di Di Molfetta, mentre al 37’ Cheddira si invola verso l’area giallorossa, dove serve Ganz, che viene atterrato per il rigore che capitan Guccione trasforma nel vantaggio degli ospiti. Il Ravenna cerca di reagire senza perdere tempo, ma la difesa virgiliana ferma il tentativo di Alari e il primo tempo si chiude con la formazione di Troise in vantaggio 1-0.

Nella ripresa i padroni di casa si rendono subito insidiosi e al 2’ Boccaccini, con un dosato colpo di testa, colpisce in pieno la traversa. L’incontro prosegue combattuto e ricco di capovolgimenti di fronte, con tentativi da una parte e dall’altra. Con la sua velocità Cheddira riesce a mettere in difficoltà la difesa giallorossa e dopo un paio di spunti rimasti senza esito, al 24’ si guadagna il secondo rigore della giornata, che lui stesso trasforma con precisione. Il raddoppio, in pratica, spegna anzitempo le residue speranze dei giallorossi, che non riescono più ad impensierire Tosi.

Il Mantova, infatti, può gestire in tutta sicurezza il finale della partita e mettere in cassaforte i tre preziosi punti che lo proiettano nella desiderata zona play off, permettendo il sorpasso alla Virtus Verona, in vista del big macht di sabato a Cesena. 

RAVENNA-MANTOVA 0-2 (0-1)

Ravenna (3-5-2): Tomei 6; Caidi 6, Jidayi 6,5, Boccaccini 6,5; Alari 6 (1’ st Emnes 6), Esposito 6, Benedetti 6,5, Marozzi 6, Perri 6 (31’ st Stellacci sv); Ferretti 6,5, Martignago 6 (10’ st Sereni 6). A disposizione: Raspa; Albertoni; Vanacore; Shiba; Fiorani; Cesprini; Prati; Mancini. All: Leonardo Colucci 6.
Mantova (3-4-3): Tosi 6; Zanandrea 6, Checchi 6,5, Milillo 6; Gerbaudo 6,5 (36’ st Mazza sv), Panizzi 6 (26’ st Silvestro 6), Zibert 6 (18’ st Lucas 6), Guccione 7 (26’ st Pinton 6); Di Molfetta 6; Cheddira 7, Ganz 6,5 (18’ st Zigoni 6). A disposizione: Bertolotti; Vencato; Palmiero; Esposito; Zappa; Moreo. All: Emanuele Troise 7.
Arbitro: Andrea Bordin di Bassano del Grappa 6.
Reti: 39’ pt Guccione (rig.); 24’ st Cheddira (rig.).
Note: ammoniti; Gerbaudo; Tomei; Martignago; Marozzi; Stellacci – angoli: 4-1 – recupero: 0 e 5’ – la gara si è giocata a porte chiuse.