i soccorsi
i soccorsi

Magnago, 22 luglio 2021 - È morto praticamente sul colpo. Le ferite riportate nell’impatto lo hanno mandato in arresto cardiaco e a nulla sono serviti i tentativi di rianimarlo. Una tragedia è avvenuta ieri, verso le 16.30, a Magnago, al confine con il comune di Vanzaghello. Un uomo di 48 anni, residente a Vanzaghello, avrebbe sbattuto contro la fiancata di un furgone mentre procedeva lungo via Carroccio. Dopo l’urto contro il veicolo è andato a finire contro la cinta che delimita la linea ferroviaria. L’impatto è stato devastante. Il cuore dello sfortunato centauro, che viaggiava su una moto Aprilia di grossa cilindrata, ha smesso di battere.

I soccorsi sono giunti sul posto con l’equipaggio della Croce Rossa di Busto Arsizio, con l’automedica e con l’elisoccorso. Le manovre rianimatorie sono cominciate immediatamente, ma alla fine i soccorritori si sono dovuti arrendere. Il medico ne ha constatato il decesso sul posto. L’altro ragazzo di 22 anni, sotto choc, è stato accompagnato, in codice verde al pronto soccorso per dei controlli. Sono dovuti intervenire anche i vigili del fuoco volontari di Inveruno per mettere l’area in sicurezza. La moto, danneggiata dall’impatto, ha cominciato a perdere carburante che si è riversato lungo la carreggiata e i volontari hanno dovuto ripulirla. Il tratto di via Carroccio è stato chiuso al passaggio delle auto per tutta la durata dei rilievi svolti dalla Polizia locale. Oltre agli agenti di Magnago già presenti è arrivato anche il comandante della Polizia locale di Vanzaghello. L’incidente è avvenuto proprio a pochi metri dalla stazione ferroviaria di Vanzaghello.

I mezzi coinvolti sono stati messi sotto sequestro e verrà, probabilmente, disposto dal magistrato di turno l’esame autoptico sul corpo della vittima per chiarire le cause del decesso. Una tragedia assurda quella di ieri, che ha lasciato attoniti i cittadini di Magnago e Vanzaghello, in una giornata caldissima di fine luglio con il traffico sostenuto lungo tutte le strade. L’ultimo incidente a Magnago, precisamente nella frazione Bienate, si era verificato all’inizio del mese di giugno. Coinvolto in quell’occasione era un altro motociclista di soli 18 anni che stava percorrendo via Sardegna e si era scontrato con un veicolo. Pochi giorni dopo un altro grave incidente era avvenuto a Vanzaghello con un bimbo di tre anni coinvolto ed elitrasportato all’ospedale Papa Giovanni in codice rosso.