Bisoli, allenatore della Cremonese
Bisoli, allenatore della Cremonese

Cremona, 4 gennaio 2021 - Si fa sempre più delicata la posizione della Cremonese, sconfitta con un gol per tempo da un Chievo estremamente concreto. Il match con i gialloblù degli ex Mogos, Ranzetti e Rigione ha offerto una sceneggiatura purtroppo ben conosciuta in casa grigiorossa. La squadra di mister Bisoli, in effetti, ha tenuto a lungo l’iniziativa, ma non è riuscita a dare efficacia alle proprie iniziative, mentre sul fronte opposto gli scaligeri hanno fatto fruttare al massimo il vantaggio firmato su rigore da Giaccherini a metà del primo tempo.

In avvio la Cremonese si presenta in campo ancora una volta ridotta ai minimi termini. Nella situazione d’emergenza il tecnico emiliano punta sull’esordio di Zaccagno dal 1’ tra i pali e su un inconsueto 3-4-3 che vede Castagnetti come centrale di difesa, mentre il lungo elenco degli indisponibili si aggiorna con Valeri e Fiordaliso, che non vanno nemmeno in panchina, dove si trova, più per onor di firma che altro, Ravanelli non al meglio. Nonostante queste premesse, la prima parte dell’incontro è piacevole e all’insegna dell’equilibrio. I padroni di casa gestiscono bene il pallone e si rendono insidiosi intorno al quarto d’oro prima con Gaetano e poi con Pinato, ma la rete difesa da Semper non corre particolari pericoli. La partita prende una direzione ben precisa al 22’. Giaccherini sfrutta un lungo rilancio e costringe Zaccagno al fallo da rigore che lo stesso ex nazionale, nonostante le ferme proteste dei locali, trasforma con precisione. Strada nuovamente in salita, dunque, per i grigiorossi, che provano a non arrendersi mettendo in movimento prima Gaetano e poi Zortea, ma la difesa scaligera chiude senza problemi gli spazi. Il primo tempo si chiude senza ulteriori emozioni e la ripresa si apre con un botta e risposta tra Giaccherini e Gaetano che non modifica il risultato.

I minuti passano e la rincorsa della Cremonese non si concretizza. Mister Bisoli prova ad avanzare ulteriormente i suoi ed inserisce Celar, ma è Terranova che si rende minaccioso con una bella rovesciata che al 19’ termina a lato non di molto. I gialloblù pensano soprattutto a controllare il gioco, ma non rinunciano a qualche folata in avanti e prima Obi e poi Margiotta vanno vicini al raddoppio. Il 2-0 che cancella anzitempo le residue speranze dei padroni di casa è comunque nell’aria e giunge al 37’ con una sventola di Bertagnoli che si insacca dove Zaccagno non può arrivare. È la splendida rete che spegne definitivamente la luce per la compagine di Bisoli ("La società farà le sue valutazioni, io ho la coscienza a posto e qualsiasi decisione verrà presa non cambierà il mio legame con Cremona" è stato il primo commento a caldo dell'allenatore emiliano), che si presenta alla pausa sempre più imprigionata nella zona calda del campionato cadetto e costretta ora a puntare le sue carte sul mercato appena partito. Un attaccante è senza dubbio il primo rinforzo nella lista dei desideri grigiorossi per cercare di risalire la china.

CREMONESE-CHIEVO 0-2 (0-1)
Cremonese (3-4-3): Zaccagno 6; Bianchetti 6, Castagnetti 6, Terranova 6,5 (40’ st Ravanelli sv); Nardi 6 (34’ st Ghisolfi sv), Valzania 6, Gustafson 6, Zortea 6; Pinato 6,5, Ciofani 6, Gaetano 6 (14’ st Celar 6). A disposizione: Volpe; De Bono; Girelli; Bia; Schirone; Bernasconi. All: Pierpaolo Bisoli 6.
Chievo (4-4-2): Semper 6; Mogos 6,5, Rigione 6,5, Gigliotti 6, Ranzetti 6,5; Ciciretti 6 (23’ st Bertagnoli 6,5), Obi 6, Palmiero 6 (39’ st Viviani sv), Giaccherini 6,5 (6’ st Margiotta 6); Garritano 6,5, De Luca 6 (23’ st Fabbro 6). A disposizione: Seculin; Leverbe; Zuelli; Di Noia; Pavlev; Djordjevic; Cotali; D’Amico. All: Alfredo Aglietti 6,5.
Arbitro: Alessandro Prontera di Bologna 6.
Reti: 22’ pt Giaccherini (rig.); 36’ st Bertagnoli.
Note. Ammoniti: Zaccagno; Valzania; Palmiero; Castagnetti; Bertagnoli – angoli: 6-3 per il Chievo – recupero: 0 e 4’ - la gara si è giocata a porte chiuse.