Quotidiano Nazionale logo
11 mag 2022

Straniero con droghe in auto: chiesto il giudizio immediato

Cadorago, deve rispondere di resistenza a pubblico ufficiale e detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio

Lo scorso 23 marzo, mentre viaggiava in autostrada, John Daniel Faneca, cittadino americanoportoghese di 35 anni, era stato controllato da una pattuglia della Polizia Stradale di Como. Che lo aveva trovato con diverse sostanze stupefacenti di tipo sintetico, un bilancino di precisione, bustine di plastica e 1.900 euro. Il tutto suddiviso in diversi involucri e nascosto all’interno della sua Bmw, ferma in tarda serata all’interno dell’area di sosta Lario Ovest di Cadorago, lungo l’autostrada A9. Era stata fatta intervenire anche una pattuglia della Squadra Volante, e Faneca era stato portato in Questura, dove il suo atteggiamento, si era fatto aggressivo, arrivando a minacciare e tentare di colpire due agenti. Da quel giorno è detenuto al Bassone, e ora il sostituto procuratore di Como Mariano Fadda, all’esito dell’esame chimico della sostanza che gli era stata sequestrata, consegnato dal consulente, ha chiesto per lui il processo con giudizio immediato. Le accuse sono di resistenza a pubblico ufficiale e detenzione di droga ai fini di spaccio. In particolare, gli erano stati trovati alcuni grammi di met-catinone e ketamina, e quasi 100 grammi di anfetamine. Nei primi due casi, sono tra le ultime droghe introdotte nella tabella degli stupefacenti la cui detenzione è illecita, in quanto di tratta di sostanze che sono state introdotte sul mercato solo da qualche anno. Sono tutte sostanze che producono effetti simili, fortemente stimolanti, che possono produrre dipendenza. Le anfetamine, e tutti i derivati anfetaminici, sono inseriti nella prima tabella della legge sugli stupefacenti, quella che prevede sanzioni più alte per chi le detiene a fini di spaccio. Pa.Pi.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?