FABRIZIO CARCANO
Atalanta

Atalanta, la carica di Davide Zappacosta: “Arrivare in Europa League sarebbe straordinario”

L’esterno nerazzurro analizza la sconfitta contro l’Inter al Meazza e guarda alla prossima sfida col Monza: “Sara una partita determinante”

Davide Zappacosta
Davide Zappacosta

Bergamo, 28 maggio 2023 – Ancora una partita da vincere per l’Atalanta per centrare il traguardo dell’Europa League, la seconda coppa continentale. Il ko di sabato sera contro l’Inter al Meazza non ha complicato eccessivamente il percorso dei nerazzurri grazie alla contestuale sconfitta della Roma a Firenze. Giallorossi ancora indietro di un punto, a quota 60, con la Dea a 61 e padrona del suo destino: battendo il Monza al Gewiss nell’ultimo turno stagionale sarà Europa League senza dover dipendere dai risultati dei giallorossi.

“Col Monza sarà una partita determinante, ci teniamo tantissimo a raggiungere l'Europa League, sarebbe straordinario vista la stagione che abbiamo vissuto, la voglia che abbiamo messo e la fatica che abbiamo fatto. Sarebbe il giusto premio per Bergamo e per i nostri tifosi”, ha spiegato in un’intervista al sito web atalantino il veterano Davide Zappacosta, tre gol nell’ultimo mese. Ritornando sulla sconfitta di San Siro, in una gara condizionata da quei due gol a freddo subiti nei primi due minuti di gioco.

“Contro l'Inter - ha rimarcato il numero 77 nerazzurro- purtroppo ci siamo complicati la vita subito fin dall'inizio, contro una squadra in forma e forte, se concedi due gol così poi non è mai facile. I primi 15 minuti siamo stati molli, arrivavamo sempre in ritardo sul pallone e abbiamo sbagliato i tempi del pressing, mentre a loro riusciva tutto. Eppure nonostante tutto siamo stati bravi a rimetterci in partita e a non mollare e dopo il nostro gol abbiamo giocato bene e creato delle occasioni. Penso che questo aspetto sia importante e debba essere per noi un punto di partenza per la prossima gara contro il Monza”, ha chiosato il 31enne esterno di Sora, rimasto in campo al Meazza per tutti i 95 minuti nonostante fosse reduce da una distorsione alla caviglia, rimediata sette giorni prima contro il Verona, e in settimana non si fosse mai allenato con il gruppo.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su