Milano, 13 dicembre 2017 - Date in pasto alla nuova generazione Alessandro Manzoni e Charles Dickens, e avrete i Promessi Sposi versione canto di Natale in tutte le lingue del mondoSabato 16 dicembre, sarà Maratona Manzoni International, tranche speciale con cui si concluderà la quarta edizione del festival che dal 2014 porta tutti a leggere ad alta voce i Promessi Sposi nei luoghi significativi per lo sviluppo urbano (la tranche tradizionale 2017 di Maratona Manzoni, in italiano e all’aperto, si è svolta domenica 8 ottobre).

 Maratona Manzoni si dichiara una “manifestazione di cittadinanza”, crede nell’educazione e nel rapporto di ciascuno con la parola: lo spin-off Maratona Manzoni International ne è quindi davvero il frutto ultimo, pensato con la Civica Scuola Interpreti e Traduttori Altiero Spinelli per lavorare sui linguaggi e sulle lingue assieme alla città del presente e del futuro, coinvolgendo il Liceo Classico Alessandro Manzoni e la cooperativa sociale La Cordata, e grazie alle traduzioni fornite anche da Fondazione Casa Manzoni Centro Nazionale di Studi Manzoniani.

L’innovativo canto di Natale internazionale si svolgerà quindi con ragazzi fra i 14 e i 22 anni (quelli che studiano le lingue proiettati verso il resto del mondo assieme ai coetanei che sono venuti a Milano dal resto del mondo) dalla mattina alla sera di sabato 16 dicembre  secondo la natura itinerante di Maratona Manzoni, distribuendo cioè nel tempo e nello spazio oltre cento lettori (ragazzi, docenti, la vicesindaco e assessore all’Istruzione Anna Scavuzzo e pure un Console!), fra le aule, i corridoi e gli atrii dei due imponenti edifici in cui hanno sede il Liceo Manzoni e la Civica Spinelli, che per l’occasione saranno quindi trasformati in un gigantesco Promessi Sposi parlante una ventina di lingue. Le avventure di Renzo e Lucia torneranno al dialetto milanese e al Latino, faranno il giro dell’Occidente, attraverseranno la Russia fino in Cina, saranno mediterranei, mediorientali, centrasiatici, africani (in Albanese, Ebraico, Arabo, Pashto, Urdu, Hausa, Agni...). Come sempre con Maratona Manzoni, tutti i lettori parteciperanno egualmente un brano dietro l’altro, e l’evento sarà aperto a tutti gratuitamente.

Il progetto è particolarmente dedicato alla nuova generazione cittadina e non può che svilupparsi sulla base del potenziale dei ragazzi e dei diversi linguaggi del loro quotidiano. Sono tre i percorsi avviati nei mesi precedenti all’evento, in lezioni laboratoriali con i diversi professionisti dello staff: la registrazione di un rap multilingue con i minori stranieri non accompagnati delle Case Saltatempo della cooperativa sociale La Cordata, che aggiorna ai tempi nostri e alla loro incredibile esperienza migrante l’arrivo del giovane forestiero Renzo a Milano; la realizzazione dello spot video e di nuovi Minimal Incipit (l'arte minimalista applicata agli incipit letterari, da sempre grafica iconica del festival) con la III° D del Liceo Manzoni all’interno del percorso di alternanza scuola/lavoro; e infine la mediapartnership con il webmagazine della Civica L’Altiero. Il giorno dell’evento, prima di sparpagliarsi fra i suoni più particolari, la lettura pomeridiana sarà cominciata nella Lingua dei Segni.

Come già avvenuto con successo in piazza l’anno scorso e a ottobre, l’associazione Treccani Cultura parteciperà nuovamente a Maratona Manzoni recuperando e valorizzando alcune parole usate nei Promessi Sposi, attraverso l’installazione di totem sui quali saranno visibili i lemmi manzoniani tratti dal Vocabolario Treccani on-line. Sarà così messo in evidenza il lavoro compiuto dal Manzoni sull’Italiano: un contributo fondamentale apportato alla costruzione di una lingua nazionale.

 Maratona Manzoni si svolge in collaborazione con il Comune di Milano e il Sistema Bibliotecario di Milano; questo spin-off di dicembre è realizzato con l’associazione ExVoto e grazie al sostegno del Municipio 1. E per la rubrica “Credete che non s’è fatto apposta” (la frase finale dei Promessi Sposi è lo slogan di Maratona Manzoni): la via in cui ha sede la Civica Altiero Spinelli è intitolata al capitanoFrancesco Carchidio dei Malavolti, il primo Italiano che riconobbe come proprio il figlio avuto da una donna eritrea durante il servizio militare, facendo di lui un cittadino del nostro Paese.

“Dopo quattro anni – hanno commentato le organizzatrici Giorgia Fazzini, Laura Fazzini e Claudia Fredella - con questo progetto speciale si chiude l’esperienza di Maratona Manzoni: abbiamo notato tutti come le maratone di lettura, dei Promessi Sposi e non solo, siano ormai all’ordine del giorno, e in noi è lo spirito di Mary Poppins. Ci teniamo a ringraziare gli oltre settecento lettori, le tante centinaia di persone e i partner con cui in questi anni abbiamo esplorato e vissuto molti posti meritevoli di Milano surfando le parole del buon Alex, con il divertimento e l’entusiasmo dimostrato anche dai ragazzi coinvolti negli ultimi mesi, fra cui i fantastici “saltatempo” che, nel rappare in tre lingue il Renzo di oggi, hanno rilanciato la loro emozione emozionandoci dieci volte di più. L’approccio ludico e l’esperienza sul campo dello staff di Maratona Manzoni non si ferma però qui, a maggio inviteremo di nuovo tutti a leggere assieme al territorio…”.

 Maratona Manzoni International

Sabato 16 dicembre 2017

Ore 11-13 - Liceo A.Manzoni,  via Orazio 3

Ore 17-20 – Civica Scuola A.Spinelli, via Carchidio 2