Milano, 19 maggio 2017  E' passato un anno dalla morte di Marco Pannella, storico leader dei Radicali. "Abbiamo voluto ricordare Marco non nei luoghi del potere ma in quelli a lui più cari, e dove il suo ricordo resta più vivo, tra i detenuti in carcere" ha spiegato Sergio D'Elia, responsabile di 'Nessuno tocchi Cainò all'uscita del carcere di Opera dove oggi, per iniziativa del partito Radicale, è stata intitolata la sala teatro al leader politico.

Nel corso dell'iniziativa, a cui hanno preso parte il direttore del carcere Giacinto Siciliano e circa 400 detenuti, è stato proiettato il docu-film 'Spes contra spem' contro l'ergastolo ostativo girato da Ambrogio Crespi con alcuni ergastolani proprio a 'Operà. Alcuni di loro hanno preso poi la parola per ricordare, in un momento di grande commozione, le battaglie in favore dei diritti dei detenuti portate avanti da Pannella nel corso di tutta la sua vita.