Milano, 19 maggio 2015 – «Dove vuoi portare luce?». È la domanda cardine del progetto Borderlight, che letteralmente significa “luce di confine”, rivolta ai milanesi. L’idea è illuminare quegli spazi che solitamente restano esclusi dall’immagine della città, quei luoghi ai margini, barriere da attraversare che però possono diventare parte del contesto urbano oppure porte d’ingresso per «un mondo altro», da raccontare o da inventare. Nella pratica, attraverso l’uso d’installazioni luminose, questo progetto vuole trasformare i luoghi di confine di Milano da spazi di passaggio frettoloso in spazi di socializzazione e incontro. La sperimentazione unisce arte e light design e nasce dalla collaborazione di tre associazioni: Ex-voto, Asterisma e Astronove, che a loro volta fanno parte del network Non Riservato. Assieme a loro, Bicocca e Politecnico.

«Stiamo raccogliendo le segnalazioni dei cittadini – spiega Simona Da Pozzo, coordinatrice del progetto – e intanto ci stiamo dando da fare realizzando “luminescenze”, set fotografici luminosi, di quartiere in quartiere, con performance che coinvolgono i passanti, e un’installazione luminosa itinerante». Il motto è «osserva, segnala, trasforma». La «luce» è già arrivata sotto il Ponte delle Gabelle in zona Brera, ad aprile 2016 («in quell’occasione abbiamo lanciato il progetto», continua Da Pozzo), in via Ripamonti, al Parco delle Memorie industriali, in via Ferrante Aporti e in via Sammartini, con eventi ad hoc.

Mentre l’installazione luminosa itinerante, inaugurata di recente, per ora è a Cascina Torrette di Trenno nella sede di Mare Culturale urbano, dove resterà fino alla fine di giugno. «Illuminare vuol dire prendersi cura e portare a concentrarsi su punti poco noti o a cui siamo così abituati da non vederli neanche». Tra le segnalazioni è arrivata quella di Elena e Anna dell’associazione Vivere San Siro, che chiedono di far risplendere Cascina Case Nuove di via Paravia 22. Tutti possono segnalare, su https://it.surveymonkey.com/r/borderlight (link pure sulla pagina Facebook di Non Riservato). E ci sono già degli eventi programmati: martedì 30, passeggiata notturna nei quartieri «da illuminare», che i milanesi stanno segnalando. «Mentre a settembre – conclude Da Pozzo – faremo un tour attraverso le zone coinvolgendo i Municipi».