Lecco, 13 settembre 2017 – Un truffatore ungherese è stato arrestato a Lecco. L'uomo era ricercato dai giudici e dai poliziotti di Budapest. In manette è finito Zoltan Smidt di 49 anni, in Italia senza fissa dimora. Contro di lui i magistrati della sua madrepatria aveva emesso un mandato di cattura europeo per truffa. Lo hanno rintracciato e fermato i carabinieri del Nucleo investigativo del comando provinciale dell'Arma. L'uomo si trovava all'interno di un negozio quando è stato individuato e bloccato mostrandogli l'ordine di arresto internazionale. In Ungheria deve scontare una pena di tre anni di reclusione per una serie di raggiri. Dopo le diverse formalità di rito e la notifica del mandato di arresto è stato trasferito in carcere a Pescarenico in attesa di essere estradato.

In manette è finto anche un 40enne di Valmadrera, ma con l'accusa di furto aggravato. Avrebbe infatti sfilato il portafogli dalla borsa di una cliente di un supermercato, ma gli addetti alla sicurezza lo hanno fermato prima che riuscisse a scappare in attesa dell'intervento dei carabinieri del Radiomobile. In attesa di essere processato non potrà più mettere piede in città.