Valmadrera (Lecco), 12 luglio 2017 – Non è certamente né una anaconda, né uno di quei serpenti giganti protagonisti dei film d'horror che spopolano in tv in seconda serata d'estate, ma l'avvistamento di una grossa biscia per le strade del paese ha comunque suscitato apprensione a Valmadrera.

Il rettile è stato notato e immortalato più volte nei pressi del parco del Rio Torto, un luogo molto frequentato, soprattutto con la bella stagione, anche da bambini, circostanza che contribuisce a generare ulteriore preoccupazione. Si dovrebbe trattare di una bisca, non è dunque un animale né velenoso e nemmeno pericoloso, specialmente se non lo si infastidisce. L'esemplare è lungo più di mezzo metro.

La diffusione della sua foto in rete sui social ha suscitato un vivace quanto garbato e ironico dibattito. C'è chi sostiene che è tutta colpa della scarsa manutenzione delle aree verdi, con l'erba alta e incolta che facilita la proliferazione di ospiti sgraditi e chi, di contro, spiega che in fondo si tratta solo di una biscia, che è normale in natura incappare in simili incontri e che quindi bisogna lasciar stare la biscia e permetterle di vivere e strisciare liberamente nel suo habitat.