Cremona, 6 novembre 2017 - Il servizio di bike sharing a free flow (flusso libero) Mobike sbarca a Cremona, prima città al mondo sotto i 500 mila abitanti ad implementare questo tipo di bike sharing, ed oggi presente in Italia, dallo scorso mese di settembre, nelle città metropolitane di Milano e Firenze con grande successo. Dopo Milano, Cremona è dunque la seconda città della Lombardia ad ospitare questa nuova modalità di spostamento, una grande opportunità. L'avvio della sperimentazione di questo nuovo servizio, è stato annunciato oggi nel pomeriggio nel corso di una conferenza stampa a SpazioComune, alla quale sono intervenuti Alessia Manfredini, Assessore all'Ambiente e alla Mobilità del Comune di Cremona, e Davide Lazzari, responsabile Relazioni Esterne di Mobike. Erano inoltre presenti l'Assessore con delega al Turismo Barbara Manfredini, il consigliere comunale Filippo Bonali, Marco Pagliarini, dirigente del Settore Lavori Pubblici e Mobilità del Comune di Cremona, e Piercarlo Bertolotti, Presidente FIAB Lombardia.

“Cremona ha fatto una scelta chiara in questi anni, puntare sulla mobilità sostenibile, con la realizzazione di nuovi percorsi ciclabili, l'implementazione del piedibus e la promozione del mobilità pedonale. A nome dell'Amministrazione comunale ringraziamo Mobike per aver deciso di iniziare a sperimentare nelle piccole città, partendo proprio da Cremona, questo innovativo servizio di bike sharing a flusso libero che si aggiunge al bike sharing attivo dal 2014”, ha dichiarato l'Assessore Alessia Manfredini. La sperimentazione, della durata di tre mesi, avverrà con 300 biciclette: 180 saranno posizionate martedì 7 novembre, 120 mercoledì 8 novembre con la collaborazione dei tecnici dei competenti uffici comunali. Da parte di Mobike sono stati presentati gli abbonamenti e la tariffa promozionale di euro 0.30 ogni mezz’ora di utilizzo al servizio.