Darfo Boario Terme, 7 ottobre 2017 - Spacciavano negli istituti scolastici della zona a cavallo tra l’alto lago d’Iseo e la bassa Valcamonica e in particolare di Darfo Boario Terme. Il loro traffico lucroso, però, non è passato inosservato ai carabinieri della Compagnia di Breno e a quelli della stazione di Darfo Boario Terme, che capita la residenza di pusher hanno chiesto ausilio ai colleghi di Sovere nella bergamasca.

Lo scorso 5 ottobre i militari hanno arrestato due studenti di 18 e 19 anni che vivono con le famiglie nel paesino arroccato nelle adiacenze del Sebino. Per entrambi l’accusa è di detenzione di sostanze stupefacenti in concorso. I due giovani sottoposti a perquisizione personale e domiciliare, sono stati trovati in possesso complessivamente di 80 grammi di marijuana, denaro contante per un totale di 150 Euro, ritenuto il provento dell’attività illecita nonché materiale usato per il confezionamento e la cessione dello stupefacente.

Gli accertamenti effettuati nei giorni scorsi da parte dei militari dell’Arma di Darfo Boario Terme, hanno permesso di delineare un’attività di spaccio di sostanze stupefacenti da parte dei due giovani arrestati. Nel corso dell’ operazione, sono stati segnalati quali assuntori agli organi amministrativi altri due giovani residenti nella bergamasca. A seguito dell’udienza tenutasi nella mattinata di ieri ottobre 2017 al Tribunale di Bergamo, l’Autorità Giudiziaria ha convalidato gli arresti, con il rinvio del processo ad altra data per i termini della difesa.