Il controllo di vicinato?. Funziona bene

Il controllo di vicinato a Cuggiono e Castelletto porta a una diminuzione del 40% delle intrusioni nelle abitazioni. La partecipazione attiva dei residenti aumenta la sicurezza, specialmente per gli anziani. La collaborazione tra vicini e l'attenzione ai dettagli possono prevenire furti e garantire un ambiente più sicuro per la comunità.

Il controllo di vicinato?. Funziona bene

Il controllo di vicinato a Cuggiono e Castelletto porta a una diminuzione del 40% delle intrusioni nelle abitazioni. La partecipazione attiva dei residenti aumenta la sicurezza, specialmente per gli anziani. La collaborazione tra vicini e l'attenzione ai dettagli possono prevenire furti e garantire un ambiente più sicuro per la comunità.

Dati confortanti quelli che arrivano dall’associazione Controllo del vicinato per Cuggiono e Castelletto che nei giorni scorsi ha promosso un incontro sulla sicurezza in paese con la presenza del sindaco Giovanni Cucchetti, del vice Sergio Berra, del comandante della Polizia Locale Ezio Villa e del coordinatore del cdv Fausto Benzi. "Il controllo di vicinato è una forma di sicurezza partecipata per costruire comunità. Riduce la criminalità, è un modello di sicurezza a basso costo, fa aumentare l’impegno sociale - ha spiegato il coordinatore Benzi -. Aiutarsi fra vicini e fare rete è importante.

Da quando è attivo il controllo di vicinato a Castelletto, dai dati forniti dalla Prefettura, le intrusioni nelle abitazioni sono diminuite di circa il 40%". Questo tipo di controllo dà maggiore sicurezza alle fasce più deboli della popolazione come gli anziani; ecco perché è coerente far crescere il numero delle adesioni anche a Cuggiono. Per proteggere le nostre case evitiamo di pubblicare foto quando siamo in vacanza; non raccontiamo in pubblico notizie della nostra vita personale, non si sa mai chi ci può ascoltare. "Abbiamo creduto fin da subito nel controllo del vicinato che è partito a Castelletto nel 2015 con l’allora Amministrazione Polloni e in questi anni è nato un nuovo gruppo in via Ticino. La finalità è essere un occhio in più sul territorio, ese ci sono movimenti strani segnalarli alle forze dell’ordine". Giorni fa nella zona di Gorla Maggiore il Cdv ha fatto saltare un furto in abitazione da parte della cosiddetta banda dell’Audi Bianca. Si tratta di un’Audi S1 bianca che da tempo gira con targa falsa nell’AltoMmilanese con due persone a bordo. L’appello è quello di segnalarne subito la presenza al 112. Si tratta di persone che entrano nelle abitazioni per svaligiarle. E lo scambio veloce fra membri del cdv può servire a sventare un furto. Ch.S.