Il dg del Welfare lombardo Marco Trivelli
Il dg del Welfare lombardo Marco Trivelli

Milano, 28 settembre 2020 - "La situazione coronavirus è da guardare con grande attenzione esattamente come in passato. Covid lo misuriamo, lo ostacoliamo, ma non lo controlliamo. Non ha le proporzioni di marzo e aprile, non c'è paragone, ma non possiamo non fare attenzione a come evolve". A puntualizzarlo è il direttore generale Welfare della Regione Lombardia, Marco Trivelli, oggi a Milano a margine di un evento promosso a Palazzo Lombardia da Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere.  "Quindi vigilanza assoluta sui focolai - spiega il Dg, facendo il punto sulla strategia messa in campo in Lombardia - proseguendo le due attività principali che sono quella di fare i tamponi molecolari sui pazienti o i cittadini con i sintomi, e continuare in parallelo fare screening come si sta facendo, in modo apparentemente casuale, ma in realtà su segmenti di popolazione e comunità professionali, industrie, luoghi di lavoro. Si è partiti già da giugno, perché questo permette di intercettare i focolai", conclude. 

Scuola: "Sicurezza grande nella gestione"

"Sul fronte scuola mi sembra che complessivamente ci sia una sicurezza grande nella gestione complessiva dei luoghi e questo è fondamentale - ha spiegato - C'è anche una sicurezza legata alla sostanziale tempestività dei tamponi - aggiunge il dg -. Il 75% dei tamponi scolastici riusciamo a refertarli entro le 23 di sera. C'è un 25% che va oltre, entro le 24-48 ore però complessivamente c'è una tempestività e quindi la gestione dei nostri ambienti scolastici è per ora ordinata".

Campagna vaccini al via entro fine ottobre

Il dg lombardo ha parlato anche dei vaccini anti-influenzali precisando che la Regione Lombardia si è assicurata tramite gara "circa 2,5 milioni di dosi" di vaccino per l'avvio della campagna antinfluenzale. In questo momento "non sono arrivati. Arrivano con i tempi dell'industria, quindi per metà ottobre le prime consegne e per fine ottobre le altre. Contiamo di iniziare" a vaccinare "per fine ottobre, tra il 15 e il 25". A fare il punto è il direttore generale Welfare della Regione Lombardia, Marco Trivelli, oggi a Milano margine di un evento promosso a Palazzo Lombardia da Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere. 

"Coperta popolazione a rischio"

"Noi abbiamo i vaccini per coprire tutta la popolazione a rischio, tutta la popolazione che è prevista da monitorare, quindi la popolazione anziana, fragile, gli operatori sanitari. Abbiamo circa 2,5 milioni dosi, quindi il 100% in più rispetto all'anno scorso - sottolinea il Dg - L'attenzione è quella di tutelare la popolazione da monitorare e da vaccinare".  "So - aggiunge Trivelli - che le farmacie hanno grandi difficoltà di approvvigionamento, questo per le persone che vorranno fare volontariamente il vaccino. Cercheremo quindi di aiutarle. Ma innanzitutto bisogna proteggere la popolazione target".