La rievocazione della Battaglia dei Giganti
La rievocazione della Battaglia dei Giganti

San Giuliano Milanese (Milano), 16 settembre 2019 - Uno spettacolo per tutti, adulti e bambini. La rievocazione storica della battaglia di Marignano, andata in scena ieri a San Giuliano su iniziativa del Comune, si conferma un evento capace d’incuriosire e fare aggregazione. In occasione di “Ritornano i Giganti”, arrivata quest’anno alla 28esima edizione, ancora una volta la frazione di Zivido si è trasformata in un borgo rinascimentale con allestimento di armature, antichi mestieri, sfilate, giochi e danze in costume. Tra musici, sbandieratori e proposte gastronomiche a tema, il pubblico ha potuto rivivere l’atmosfera e le suggestioni del 1515, anno in cui nelle campagne del Sud Milano si combatté la battaglia di Marignano, nota anche come battaglia dei Giganti per la violenza degli scontri e l’elevato numero di morti che restarono sul campo. Il 13 e 14 settembre di quell’anno, proprio nel territorio di San Giuliano, i francesi di Francesco I, aiutati dai lanzichenecchi, riuscirono ad avere la meglio sugli svizzeri e ad assicurarsi così il controllo strategico del Ducato di Milano.

L’evento che ogni anno si celebra a metà settembre vuole ricordare quei fatti, che hanno visto la città lungo la via Emilia fare da teatro a uno dei più importanti combattimenti del Rinascimento. «Anche quest’anno abbiamo ottenuto il patrocinio di Regione Lombardia, a riconferma del fatto che la rievocazione non riguarda solo San Giuliano, ma ha una valenza ben più ampia. Perciò ha un senso, ancora oggi, ricordare quei fatti, che hanno scandito la storia dell’Italia e della stessa Europa», dichiara il sindaco Marco Segala.

In occasione del ricordo della battaglia, è doveroso rivolgere un pensiero a Pierino Esposti, lo storico locale scomparso nel 2017, a 66 anni. Lo studioso, di San Giuliano, scandagliò e approfondì diversi aspetti dello scontro del 1515, al quale dedicò anni di ricerche e anche un libro, «L’invasione dei Giganti», uscito nel 2014. Esposti fece una mappatura dei luoghi che furono palcoscenico degli scontri, rivendicando che, a dispetto del nome - battaglia di Marignano (l’antica denominazione di Melegnano) - il combattimento si svolse quasi esclusivamente sul territorio di San Giuliano. «Esposti è la persona che più si è spesa per la ricostruzione della battaglia - conferma il sindaco -. È stato il primo a ricordare ai sangiulianesi che devono essere orgogliosi della loro storia».