Hien si prende la Dea. Gasp lo lancia contro Mou

Lo svedese destinato a giocare titolare in campionato il prossimo weekend. Bakker possibile partente: con un’offerta congrua può già lasciare Bergamo.

Hien si prende la Dea. Gasp lo lancia contro Mou

Hien si prende la Dea. Gasp lo lancia contro Mou

L’Atalanta accoglie oggi il suo annunciato rinforzo difensivo, il non ancora 25enne (li compie il 13 gennaio) Isak Hien, prelevato dal Verona con un blitz di fine anno e un accordo da 8 milioni per l’acquisto definitivo, più bonus futuri. Lo svedese classe ’99 piaceva ai nerazzurri già da giugno, ma per tutta l’estate il Verona aveva chiesto intorno ai 15 milioni più 3 di bonus, il doppio della cifra investita ora per avere il corazziere scandinavo, che già nella giornata ieri ha svolto le visite mediche presso la clinica milanese de La Madonnina. Otto presenze nella nazionale maggiore svedese, nato a Stoccolma e cresciuto nel Vasalund prima di esplodere nel Djiurgarden, Hien già da oggi sara a disposizione del tecnico Gian Piero Gasperini che avrà così un sesto difensore per un reparto difensivo costretto a giocare sempre con i soli tre titolari Djimsiti, Kolasinac e Scalvini negli ultimi due mesi, a causa dei continui infortuni a Palomino (appena tre apparizioni per una ventina di minuti in campo) e Rafael Toloi (sette volte per soli 430 minuti). Assenze prolungate che hanno obbligato Gasperini a lanciare il 20enne Bonfanti, aggregato dalla serie C, e ad adattare da difensore Marten De Roon, togliendolo dalla mediana. Hien dovrebbe giocare già domenica all’Olimpico contro la Roma (difficile sia schierato domani in Coppa Italia contro il Sassuolo), permettendo a Gasp di avere così quattro giocatori da alternare per i tre ruoli difensivi.

Buone notizie per Giorgio Scalvini, fermatosi sabato nel riscaldamento contro il Lecce per un fastidio muscolare: gli esami clinico-strumentali hanno escluso lesioni muscolari nella regione retto-adduttoria sinistra dove il 20enne gioiello di Palazzolo aveva accusato il dolore. Il mercato nerazzurro in questa sessione invernale potrebbe però riservare ulteriori sorprese. Difficile possano esserci movimenti in attacco, dove Muriel resterà fino alla scadenza contrattuale del 30 giugno con la possibilità di un’estensione annuale fino all’estate 2025. L’indisponibilità per tutto gennaio di Lookman per la Coppa d’Africa e l’assenza di El Bilal Touré, che potrebbe tornare a disposizione a fine mese contro l’Udinese, blindano la posizione di Miranchuk. In entrata, ma l’operazione riguarda la Primavera, è in arrivo dal Verona il 19enne attaccante spagnolo di passaporto senegalese Siren Diao Balde, 20 gol con l’Under 19 scaligera, talento seguito da diversi club europei. Possibile un’uscita sulle corsie esterne dove l’olandese Mitchell Bakker, acquistato in estate per 9 milioni dal Bayer Leverkusen, potrebbe essere ceduto se arrivasse un’offerta congrua. In stand by Nadir Zortea, richiesto in prestito dal Frosinone: se parte Bakker resta, altrimenti il 24enne bellunese potrebbe andare via per un semestre per giocare con continuità.