Quotidiano Nazionale logo
30 mar 2022

Presidio GdF al passo Foscagno: al comando è arrivato Larosa

Al luogotenente Sgammotta che va in pensione dopo una carriera di soddisfazioni succede un collega da Tirano

I militari della GdF in servizio al Passo Foscagno con il colonnello Cavallaro
I militari della GdF in servizio al Passo Foscagno con il colonnello Cavallaro
I militari della GdF in servizio al Passo Foscagno con il colonnello Cavallaro

Nei giorni scorsi, alla caserma della Tenenza di Passo del Foscagno, importante presidio di vigilanza doganale, fra il territorio di Valdidentro e quello di Livigno, ha avuto luogo, alla presenza del comandante provinciale, colonnello Giuseppe Cavallaro, e del personale in servizio alla sede, l’avvicendamento nella carica di comandante tra il luogotenente Lauro Sgammotta e il maresciallo aiutante Alessandro Larosa.

Il colonnello Cavallaro ha espresso parole di vivissimo apprezzamento per l’entusiasmo dimostrato e l’eccezionale impegno profuso negli oltre 45 anni di carriera del luogotenente Sgammotta e ha rivolto un cordiale saluto di benvenuto unitamente ai migliori auguri di buon lavoro al successore Larosa, sottolineando le responsabilità connesse al nuovo comando e ricordando l’importanza del dispositivo di vigilanza della zona di confine messo in campo dalla Guardia di Finanza.

Il luogotenente Sgammotta, 65 anni, di origini abruzzesi, si è arruolato nel Corpo nel 1977 e ha ricoperto vari incarichi nel corso della sua carriera, partecipando, inoltre, da atleta alle prestigiose competizioni tecnico-sciistiche per il personale della Guardia di Finanza che opera in ambiente montano, ottenendo brillanti risultati. In ultimo, ha retto la Tenenza di Passo del Foscagno, che lascia per raggiunti limiti di età, fin dalla sua istituzione nel settembre 2010. Il maresciallo aiutante Larosa, 53 anni, originario della Sardegna, si è arruolato in Guardia di Finanza nel 1992 prestando servizio in Sardegna e in vari Reparti della Valtellina, ricoprendo in ultimo l’incarico di comandante del Nucleo Mobile della Compagnia di Tirano. Mi.Pu.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?