Luca Della Bitta

Chiavenna (Sondrio), 15 maggio 2018 -  La benzina a Chiavenna costa tanto, troppo, diversi centesimi in più rispetto ad altre zone della provincia di Sondrio, più che in Svizzera, e questo rende del tutto vani i vantaggi della carta-sconto.

La questione è ormai nota, e in passato se ne sono occupati in tanti; ora interviene il presidente della Provincia di Sondrio e sindaco di Chiavenna, Luca Della Bitta, che ha chiesto alle stazioni di carburante presenti sul territorio una revisione dei prezzi. «Il prezzo del carburante presso le stazioni di rifornimento di Chiavenna - afferma Della Bitta,- è costantemente più alto rispetto a quello di riferimento del territorio regionale e provinciale. Tale situazione di fatto annulla i benefici della carta sconto benzina che sapientemente Regione Lombardia ha introdotto come misura concreta di sostegno ai cittadini ed alle imprese dei territori di confine. Oggi ho inviato una nota alle stazioni di carburante presenti sul territorio chiedendo una rapida revisione dei prezzi». Il sindaco di Chiavenna ha quindi deciso di intervenire e ha deciso di attivarsi anche presso il Pirellone per risolvere il problema. «So bene che tutto questo non dipende dai singoli gestori e per questo, se le compagnie nazionali non rivedranno questa modalità inaccettabile, mi attiverò presso Regione Lombardia per fare in modo che tale problema sia superato – prosegue infatti Luca Della Bitta -. Non è corretto che, rilevato lo sforzo della nostra Regione, vi siano iniziative di questo tipo e che la benzina ed il gasolio costino di più. Dovrebbe essere l’esatto contrario. Essendo ogni giorno sul territorio del mio Comune di Chiavenna ritengo doveroso difendere i miei cittadini e le aziende di fronte a quanto sta accadendo. Mi auguro e mi attendo una risposta concreta, risolutiva a breve termine».