Carabinieri
Carabinieri

Aprica (Sondrio), 4 agosto 2021 - I carabinieri, nella serata di ieri, su disposizione del Gip che ha accolto la richiesta del magistrato della Procura dei minori di Milano, hanno arrestato un 16enne residente nel capoluogo lombardo (17 anni fra pochi giorni) con l'accusa di violenza sessuale e lesioni ai danni di una 15enne milanese in vacanza all'Aprica, al confine con la provincia di Brescia.

Il grave episodio risale alla sera fra il 26  e il 27 luglio scorsi, quando la minorenne in vacanza con un'amica nella località turistica della Valtellina è stata aggredita in una zona appartata di una via centrale del paese. Era in compagnia di altri ragazzi e si era bevuto un po', quando è avvenuta la violenza a sfondo sessuale. La ragazzina in lacrime e disperata aveva lanciato l'allarme ai genitori, poi l'arrivo dei soccorsi e delle forze dell'ordine che presto avevano individuato il presunto stupratore, grazie alle testimonianze e alle immagini delle telecamere. Nelle ultime ore la svolta all'indagine con il fermo del quasi 17enne con alle spalle precedenti penali, nonostante la giovane età.