don Diego
don Diego

Cologno Monzese (Milano), 20 aprile 2020 – Una lettera di poche righe e poi il gesto estremo. Questa mattina, lunedì 20 aprile, don Diego Pirovano si è tolto la vita. Ha aspettato l’alba e alle 6,15 si è gettato dalla finestra della sua abitazione, accanto alla chiesa San Marco e Gregorio, la parrocchia del centro cittadino. Quando sono arrivati i carabinieri, pare che il sacerdote fosse ancora vivo per poi spirare subito dopo. Vicario sacerdotale di 46 anni, prima di lanciarsi all'interno del cortile della casa parrocchiale da un’altezza di circa 8 metri, ha lasciato una lettera di poche righe per spiegare il suo gesto estremo. “Non ce la faccio più" , avrebbe confessato nel foglio insieme ad alcune indicazioni per il padre. Don Diego oltre che sacerdote vicario presso la chiesa di Cologno, ricopriva in Curia a Milano anche l'incarico di collaboratore del servizio disciplina ed era referente dell'ufficio diocesano per l'accoglienza dei fedeli separati. Un duro colpo per la città, dove tutti lo ricordano come una persona sensibile, che ha accompagnato centinaia di fedeli nei momenti più importanti, come il matrimonio. “Questa mattina Cologno si è risvegliata con una notizia triste e incredibile. Con un punto di riferimento che viene a mancare – ha commentato il sindaco Angelo Rocchi -. Con un sorriso in meno in giro per le nostre strade. Don Diego era un uomo solare e disponibile, diligente e altruista, buono e umano. Mancherà a tutta la città, ai suoi parrocchiani, alla sua comunità”. Laura Lana