I sanitari nella terapia intensiva del Bassini, finalmente vuota
I sanitari nella terapia intensiva del Bassini, finalmente vuota

Cinisello Balsamo (Milano), 28 maggio 2020 – Una notizia di speranza e di grande soddisfazione quella che giunge dall'ospedale Bassini di Cinisello Balsamo dove quest'oggi, giovedì 28 maggio, la terapia intensiva ha dimesso l'ultimo paziente Covid, con una prospettiva di serena guarigione. Si tratta di Maria (nome di fantasia), una donna di 71 anni che era arrivata all'ospedale Bassini il 23 aprile scorso, nel pieno dell'emergenza Covid-19, con una situazione di salute molto complessa.

Già 2 giorni dopo il ricovero era stata trasferita in terapia intensiva dove ha lottato fino a giovedì e dove medici e sanitari l'hanno presa come loro personale icona di questo momento difficile. L'hanno aiutata a combattere e a guarire, fino alle dimissioni e al ricovero in un normale reparto dove proseguirà la sua convalescenza. Con lei, è stato dimesso l'ultimo paziente Covid di questa terapia intensiva dell'azienda ospedaliera Asst Nord Milano che nei giorni di piena emergenza coronavirus ha letteralmente cambiato pelle: è passata dai tradizionali 8 posti letto letto (4 a Sesto e 4 al Bassini) a 28 posti letto (6 a Sesto e 22 al Bassini). A Cinisello Balsamo, in particolare, è stato uno dei primi ospedali completamente Covid d'Italia e l'ospedale di Sesto lo è divenuto pochi giorni più tardi. Sono stati 283 posti letto dedicati a pazienti Covid nei due ospedali per un totale di 626 ricoveri ordinari. Ad oggi sono ancora 62 i pazienti Covid ricoverati di cui 55 al Bassini.

“E' stato emozionante per tutti noi dimettere Maria dopo una così lunga degenza - ha commentato Angelo Pezzi direttore terapia intensiva Ospedale Bassini – Enorme soddisfazione essere riusciti a prenderci cura di lei giorno per giorno e vedere le sue condizioni migliorare. In questa fase di passaggio abbiamo ancora 6 posti letto dedicati a pazienti Covid che rimangono a supporto dei pazienti ricoverati in prudente attesa di poter presto far ripartire le attività ordinarie”. Al Bassini l'emergenza è ancora molto presente. L'ospedale non ha potuto tornare alle sue attività ordinarie. I reparti sono ancora accorparti e nei prossimi giorni si deciderà un assetto provvisorio che consentirà di tornare progressivamente al normale funzionamento. La terapia intensiva continuerà a garantire l’allestimento, nel giro di 24 ore, di 6 posti letto di terapia intensiva aggiuntivi (che possono diventare 18 in 72 ore) da dedicare a eventuali nuovi pazienti covid.