L’avveniristica pista da sci indoor ipotizzata insieme ad altre aree commerciali e zone verdi Sopra, il sindaco Davide Barletta (Spf)
L’avveniristica pista da sci indoor ipotizzata insieme ad altre aree commerciali e zone verdi Sopra, il sindaco Davide Barletta (Spf)

Milano, 31 dicembre 2018 - Quale futuro per l’ex Alfa Romeo di Arese? Un’area ancora vastissima, oltre il grande mall “Il Centro” inaugurato due anni fa, ci sono ancora più di un milione di metri quadrati dismessi che attendono riqualificazione. Quello che nel 2016 è stato il grande parcheggio di snodo dei bus diretti a Expo, oggi è la quinta fatiscente, da attraversare fra i ruderi dell’ex fabbrica, per raggiungere la grande Iper e il mall. Domani, secondo i progetti degli investitori, potrebbe invece accogliere la prima pista da sci indoor dei milanesi, nuove aree commerciali, il collegamento a verde del parco Villoresi e il Lura e molto altro. Il progetto è fermo ai tavoli di Regione Lombardia in attesa che si trovi la quadra fra interessi pubblici e privati. Traffico, snodi viabilistici, inquinamento fra i nodi da sciogliere.

La notizia dell’emendamento alla manovra di bilancio del governo firmato dalla Lega, che ha sbloccato 53 milioni a sostegno di nuova viabilità e infrastrutture nell’area, riapre gli scenari. «Sui tavoli della Regione da oltre un anno stiamo parlando di lavoro, inquinamento e infrastrutture – dice il sindaco di Garbagnate Milanese, Davide Barletta (Lega) –. Ogni Comune oltre a questo ha le sue richieste per poter dare il via libera al progetto. Garbagnate chiede anche la manutenzione delle strade con asfalti anti inquinamento, giusto per fare un esempio», dice il primo cittadino. «L’emendamento, intanto, è un ottimo risultato - aggiunge Barletta -. Si sciolgono le incertezze per la realizzazione dello snodo ferroviario Lainate-Garbagnate, opera che potrà servire tanti pendolari, anche aresini: è da lì, infatti, che partirà anche il collegamento per la metropolitana di Rho Fiera».

Al buon risultato hanno lavorato, insieme ai deputati della Lega Cecchetti, Boniardi e Parolo, il coordinamento di zona del Carroccio, in sinergia con la sezione di Arese guidata da Vittorio Turconi. «La riqualificazione complessiva dell’ex Alfa significa molte cose, a partire da nuovi posti di lavoro reali. Perdere l’occasione significherebbe perdere un treno importante per lo sviluppo del territorio» conclude Barletta.