"L'America è tornata", ed è l'America "dem" di Joe Biden, in Europa per la prima volta dall'inizio del suo mandato e al suo primo viaggio diplomatico all'estero, tutto focalizzato sul Covid, sul clima e sui rapporti transatlantici, sotto l'egida di una decisa leadership americana. L'Air Force One con a bordo il presidente degli Stati Uniti è atterrato ieri nella base aerea di Mildenhall, nel Regno Unito, accompagnato dalla First Lady Jill. In serata ha incontrato il personale dell'aeronautica americana prima di proseguire con i suoi incontri "inglesi", quello di oggi con il premier Boris Johnson e, successivamente, con la Regina Elisabetta II al Castello di Windsor. Domani Biden parteciperà ai lavori del G7 in Cornovaglia e proseguirà il suo tour diplomatico europeo, che avrà come appuntamento cardine il bilaterale in Svizzera con il presidente russo Vladimir Putin.

"L'America guida delle democrazie mondiali"

"L'America è tornata a guidare le democrazie mondiali", ha detto il presidente prima ancora di salire sull'Air Force. E la scommessa annunciata parte dal Covid. Nel primo G7 in presenza dell'era post pandemia, il presidente Usa proporrà un "modello di azione coordinato" a livello internazionale contro le future pandemie, "perché ce ne saranno altre", ha dichiarato parlando alle truppe dopo essere atterrato nella base aerea di Mildenhall. "Le democrazie mondiali devono stare unite per affrontare le sfide più importanti del nostro futuro". Quella del Covid ma, soprattutto, quella delle pandemie future. Intanto il governo degli Stati Uniti ha già acquistato 500 milioni di dosi di Pfizer per donarle ai Paesi in via di sviluppo, fanno sapere i media americani. L'operazione sarà annunciata dallo stesso Biden in Cornovaglia. In precedenza la Casa Bianca aveva reso noto che avrebbe donato almeno 80 milioni di dosi e aveva esposto nel dettaglio i piani per la distribuzione di 25 milioni di vaccini: 19 milioni tramite il programma Covax dell'Oms e altri 6 milioni in donazioni dirette alle nazioni che soffrono di recrudescenze particolarmente violente dell'epidemia, come l'India.

Il rapporto con la Russia

"Non cerchiamo il conflitto, ma un rapporto stabile e prevedibile con la Russia": così Joe Biden parlando davanti alle truppe americane alla base Royal Air Force (Raf) Mildenhall, Inghilterra, ribadendo però che gli Usa risponderanno in modo "robusto e significativo" a ogni azione ostile di Mosca. Un messaggio che ha voluto rilanciare a una settimana dal primo faccia a faccia con Vladimir Putin, in programma a Ginevra il 16 giugno.

L'impegno Usa per la difesa dei Paesi Nato

Joe Biden ha poi annunciato che quando incontrerà i leader dei Paesi Nato a Bruxelles ribadirà l'impegno Usa per l'articolo 5 sulla mutua difesa. Impegno che quattro anni fa Donald Trump non aveva confermato pubblicamente. L'impegno americano verso l'Alleanza Atlantica, ha assicurato il presidente, è "solidissimo" ma l'inquilino della Casa Bianca ha sottolineato la necessità di modernizzare l'organizzazione e le sue capacità nel settore cibernetico.