Un esemplare adulto di Ripersiella hibisci
Un esemplare adulto di Ripersiella hibisci

Allarme in Europa per un organismo nocivo mai documentato finora nel Vecchio Continente, Si tratta della Ripersiella hibisciun pseudococcide diffuso soprattuto in Asia che trascorre il suo ciclo di vita sulle radici della pianta. Un focolaio ne è stato rilevato in Svizzera e ora le autorità elvetiche stanno cercando di circoscriverlo. 

Tra marzo e maggio, spiega in una nota il Servizio fitosanitario federale, 50 piante di Callistemon - detta anche scovolina - sono state importate in Svizzera da un'azienda italiana dove è stato poi rilevato un focolaio di Ripersiella hibisci, una cocciniglia classificata come organismo nocivo particolarmente pericoloso sia in Svizzera che nell'Unione europea. Può infatti infestare varie piante ospiti, specialmente quelle in vaso come l'ibisco, l'oleandro, la scovolina, i rododendri, i fichi  e varie specie di bonsai. Le piante inizialmente mostrano una crescita ritardata, diventano gialle e appassiscono, e alla fine muoiono.

"È importante evitare che questo nuovo e pericoloso organismo nocivo si radichi e diventi una minaccia per l'ortoflorovivaismo esercitato a titolo professionale", spiega il Servizio fitosanitario federale.