Andrew Goudelock, ancora una prova da grande bomber per l'americano
Andrew Goudelock, ancora una prova da grande bomber per l'americano

Desio (Monza e Brianza), 16 aprile 2018- Nona sinfonia per l'Emporio Armani che non si ferma e mantiene la testa della classifica infilando la nona vittoria consecutiva. Questa volta vince sul campo della Red October Cantù per 93-98 con una partita di ottima fattura offensiva, riuscendo anche relativamente a limitare quello che è il miglior attacco del campionato. I biancorossi rimangono semre in controllo della gara, anche se i padroni di casa non hanno mollato davvero mai, compresi anche encomiabili tentativi di rimonta negli ultimi minuti. Alla fine l'EA7 deve ringraziare la verve di Andrew Goudelock, tornato bomber in tutto e per tutto con 5/11 da 2 e 3/7 da 3, soprattutto ben guidato in regia da capitan Cinciarini praticamente perfetto con 11 punti (4/4 dal campo), 5 rimbalzi e 7 assist (sempre out Theodore e la squadra gioca decisamente meglio), mentre sotto le plance Gudaitis domina come di consueto con 7/8 dal campo e 6 rimbalzi.

Per Cantù invece il miglior realizzatore è Jamie Smith che chiude con 26 punti con 12/14 ai liberi, ma è il 7/22 dall'arco dei tre punti che condanna i padroni di casa. La partenza è equilibrata, poi è l'Olimpia la prima che prova a scappare con un break di 1-9 a chiudere il primo periodo che dà il 18-24 all'EA7 al 10' con Jerrells e Bertans. Lo stesso Jerrells prova a trascinare i suoi sul +9 (32-41 al 17'). Con l'energia di Burns Cantù prova a rimanere a contatto (41-46), ma all'intervallo i milanesi sono ancora in controllo sul 43-52 con Goudelock a quota 11 e già ben 9 giocatori a segno.

Milano sembra tenere il controllo della partita con le iniziative dell'ex di turno Abass (44-56), ma appena si distrae un attimo Cantù rientra in partita rendendosi pericolosa con il canestro di Smith del 63-68. La risposta biancorossa è concreta con Gudaitis e ancora Goudelock sulla sirena a ridare serenità all'EA7 (63-74). Il parziale continua anche quando inizia il quarto periodo tanto che l'Emporio Armani vola via quando Kuzminskas al 32' firma il 63-80 chiudendo un maxibreak da 0-12. Con Cantù, non si può dare però nulla per scontato e la Red October improvvisamente torna a galla (72-80) con le triple di Smith. Ancora Kuzminskas dà il +12 (76-88), ma i padroni di casa arrivano ad un passo quando Smith dalla lunetta firma l'85-89 al 37'. Un attimo dopo Cantù perde Culpepper per una distorsione alla caviglia, mentre Goudelock scaccia via la paura con due triple siderali che rilanciano l'EA7 (86-95) rendendo vano l'ultimo disperato tentativo canturino. 

RED OCTOBER CANTU'-EA7 EMPORIO ARMANI MILANO 93-98

18-24; 43-52; 63-74

CANTU': Smith 26, Culpepper 20, Pappalardo ne, Curnooh 3, Parrillo, Tassone ne, Crosariol ne, Maspero ne, Chappell 10, Burns 16, Thomas 17, Ellis 1. All. Sodini

MILANO: Goudelock 22, Bortolani ne, Pascolo ne, Kuzminskas 10, Cinciarini 11, Cusin ne, M'Baye 5, Bertans 11, Jerrells 12, Gudaitis 16. All. Pianigiani

Tiri da 2 CNT 24/44 MI 24/39 Tiri da 3 CNT 7/22 MI 11/25 Tiri liberi CNT 24/31 MI 17/27 Rimbalzi CNT 37 (Thomas 8) MI 34 (Gudaitis 6) Assist CNT 17 (Smith 5) MI 21 (Cinciarini 7)