Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
12 giu 2022

Finale scudetto, l'Olimpia Milano vince gara 3 e sorpassa la Virtus Bologna: è 2-1

L'Armani vince Gara 3 con una partita tutta votata all'attacco: il successo arriva 94-82 con una prestazione super di Melli (22 punti) e Grant (14 punti)

12 giu 2022
sandro pugliese
Sport
Nicolo Melli
AX Armani Exchange Olimpia Milano - Segafredo Virtus Bologna 
LBA Legabasket Serie A UnipolSAI 2021/2022 - Playoff - Finale - Gara 3
Milano, 12/06/2022
Foto M.Ceretti / Ciamillo-Castoria
Olimpia Milano-Virtus Bologna
Nicolo Melli
AX Armani Exchange Olimpia Milano - Segafredo Virtus Bologna 
LBA Legabasket Serie A UnipolSAI 2021/2022 - Playoff - Finale - Gara 3
Milano, 12/06/2022
Foto M.Ceretti / Ciamillo-Castoria
Olimpia Milano-Virtus Bologna

Se i tori si "accendono" quando vedono rosso, si può dire ormai che Jerian Grant ha la stessa reazione quando davanti vede il bianconero. Esattamente come nel match di campionato in cui segnò 20 punti, è ancora lui la chiave di volta del secondo tempo dell'Olimpia Milano che vince 94-82 contro la Virtus Bologna con 12 punti pressoché consecutivi dell'esterno americano. Il Forum è una bolgia dantesca con 12331 tifosi a fare il "sold out" e risposte fondamentali arrivano da Nicolò Melli che gioca la partita perfetta con 22 punti in 19 minuti (7/11 da 2 e 2/2 da 3) con una personalità da vero capitano. Per lui sono 15 punti nella ripresa dandosi il cambio con un Shavon Shields (6/10 da 2 e 2/4 da 3) che all'intervallo aveva già firmato 14 dei suoi 19 punti. Milano cambia pelle, questa volta la vince con l'attacco, aggredendo fin dalla palla a due i 28 metri del campo cercando spesse volte in contropiede, in totale controtendenza con l'idea espressa nelle prime due gare. "Non era facile andare a Bologna a fare delle corse, controllare il ritmo era importante - dice coach Messina - oggi invece siamo riuscire a riprendere il controllo dei rimbalzi e questo ci ha permesso di provare a fare qualche contropiede in più. Una cosa molto importante è che siamo riusciti ad alternare tanti portatori di palla, in questo Grant è stato molto importante al di là dei punti segnati. Così siamo arrivati più freschi nei momenti chiave". L'allenatore milanese è contento di aver avuto risposte importanti anche dalla panchina: "Abbiamo fatto una buona partenza e una gara molto concreta in attacco - dice coach Ettore Messina - devo dire che a turno davvero tutti i ragazzi hanno fatto buone cose. E' una bella vittoria, ma è solo un passo avanti nella serie, nulla di più. Il pubblico è stato davvero importante perchè ci ha davvero aiutato in tutti i momenti dii difficoltà". 

La partenza di Shields è clamorosa con 8 punti quasi filati per il 10-4 dopo 2 minuti. Dopo 3 minuti l'AX ha segnato tante triple quante nell'intera gara 1 (15-7), ma è Shields che è indemoniato toccando la doppia cifra personale quando segna il contropiede del 19-10. La partita ha ritmi quasi opposti a quelli delle prime sfide e così l'Armani chiude il primo periodo sul 31-27 con un canestro allo scadere di Biligha. La Virtus riparte di slancio con 5 punti filati di Hackett e scavalca 31-32, ma è Melli a rispondere al fuoco nello stesso modo impattando a quota 36. La gara cambia spartito, ora sono le difese a dominare, così quando Milano ritrova il canestro dall'arco con Bentil va 44-38 al 17'. All'intervallo il vantaggio è minimo, ma comunque biancorosso sul 48-45, la Virtus non molla, ma con un paio di magie di Melli i biancorossi sono ancora avanti 61-54 al 25' (10 punti nel quarto) . Con la classe operaia i milanesi provano a scappare via, prima Baldasso infuoca il Forum da 3, poi addirittura 7 di fila per Grant che porta l'AX 78-68 al 30'. Belinelli colpisce per l'83-76, ma ancora Grant e Rodriguez lanciano Milano 90-78 al 35'.

E' quello che serve per gestire al meglio il finale e portare a casa il terzo atto della finale per i biancorossi con Hines che sigilla letteralmente l'area in difesa. La finale procede a ritmo spedito, ora un altro giorno di pausa e poi martedì è subito tempo di tornare in campo, si replica al Forum per gara 4 alle 20.30.

ARMANI EXCHANGE MILANO-SEGAFREDO BOLOGNA 94-82
31-27; 48-45; 78-68
MILANO: Ricci, Biligha 2, Hall, Baldasso 3, Alviti ne, Melli 22, Grant 14, Rodrigurz 8, Shields 19, Hines 6, Bentil 8, Datome 12. All. Messina
BOLOGNA: Pajola, Alibegovic 3, Sampson 5, Weems 7, Cordinier 3, Tessitori ne, Mannion ne, Belinelli 14, Jaiteh 8, Shengelia 10, Hackett 18, Teodosic 14. All. Scariolo
Note: tiri da 2: MI 23/43, BO 18/34; tiri da 3: MI 11/23, BO 11/25; tiri liberi: MI 15/19, BO 13/16; rimbalzi: MI 33 (Shields 7), BO 30 (Hackett 6); assist: MI 20 (Rodriguez 8), BO 15 (Teodosic 5); recuperi: MI 6 (Grant 2), BO 5 (Hackett 2)

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?