Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
16 giu 2022

Skriniar, il PSG vicino al rilancio. Antonello: "Lukaku-Dybala all'Inter? Si può fare"

Lo slovacco sembra sempre di più l'indiziato numero uno per il sacrificio di mercato

16 giu 2022
mattia todisco
Sport
Milan Skriniar
Milan Skriniar
Milan Skriniar
Milan Skriniar

Il Paris Saint-Germain fa sul serio per Milan Skriniar. Il club francese non si è scoraggiato davanti al primo “no” ricevuto dall'Inter per il difensore slovacco e ha deciso di lavorare a una nuova offerta. Nelle prossime ore formalizzerà un'offerta da circa 60 milioni di euro per avvicinarsi alla richiesta fatta dai nerazzurri, al momento ancora restii a privarsi del centrale, che ha solo un anno di contratto e vorrebbe rinnovare.

Dovendo scegliere però un elemento da sacrificare tra quelli che hanno più mercato (e una valutazione più alta) Skriniar è quello più facilmente sostituibile nelle idee della dirigenza interista, certamente più di Bastoni, Barella o Martinez. Tutti gli altri non hanno un cartellino che “pesa” allo stesso modo e non sarebbero altrettanto d'aiuto per arrivare ai 60 milioni di attivo richiesti da Suning per la fine della finestra estiva del mercato.

Se davvero dovesse partire Skriniar, Marotta e Ausilio sono pronti a tuffarsi su una coppia di sostituiti: Nikola Milenkovic della Fiorentina (si cercherà un accordo con la Fiorentina a quota 15 milioni di euro) e Gleison Bremer del Torino (che si è promesso ai nerazzurri ma che i granata valutano almeno 30 milioni, salvo rilanci della concorrenza).

Nel frattempo si attendono novità sui fronti più importanti in attacco. Uno riguarda Dybala, per il quale manca ancora l'accordo sulle cifre. L'altro è Romelu Lukaku: Inter e Chelsea sono in contatto nel tentativo di accordarsi su un prestito oneroso. I nerazzurri non vorrebbero andare in doppia cifra per un trasferimento a titolo temporaneo e hanno presentato una prima offerta da 5 milioni di euro. Pochi, per i londinesi, ma la distanza sembra colmabile e l'attaccante spinge per arrivare a una conclusione positiva. Ha da tempo promesso all'Inter che si ridurrà l'ingaggio per quel che serve, rinunciando alla fetta in surplus garantitagli dagli inglesi dopo il passaggio di un anno fa in Premier League. “C'è grande volontà del giocatore di tornare, poi va verificata la fattibilità economica e la risoluzione di alcuni problemi tecnici. Lui con Dybala? In questo momento, è fondamentale coniugare la competitività sul campo e la sostenibilità economico-finanziaria. Tutto si può fare, tenendo conto di questo”, ha dichiarato oggi il Ceo Alessandro Antonello a margine di un evento a Milano.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?