Vitavigor, 65 anni del “super grissino de Milan”: compleanno con crescita del 30%

Dalla bottega di fornaio del 1958 alla fabbrica. Le vendite in negozio fanno segnare addirittura il +64%

Giuseppe Bigiogera, con la bottiglia di spumante in mano, in una foto d'epoca in fabbrica
Giuseppe Bigiogera, con la bottiglia di spumante in mano, in una foto d'epoca in fabbrica

Milano, 5 dicembre 2023 – Sessantacinque anni di grissini. E un successo che da Milano si espande nel mondo, segnando ottimi risultati nonostante una fase economica segnata da inflazione e calo dei consumi. Vitavigor, si affaccia al 2024 festeggiando il traguardo storico con un fatturato in crescita del 30%, salito nelle stime da 5,2 milioni a 6,5, e con un export aumentato nel valore del 28%.

Le vendite in negozio hanno segnato un boom del +64%, il canale professionale del 17%, avvicinandosi sempre di più ai consumi pre-Covid. Dall’estero le confezioni di grissini sembrano conquistare in particolare i consumatori dell’Ue, del Canada, dell’Australia e del Giappone. Per seguire la diffusione della richiesta l’azienda ha rinnovato tecnologie e linee fino a sfornare 1.500 tonnellate di grissini all’anno. A pesare sono ancora i costi delle materie prime, in particolare l’olio extravergine d’oliva, cresciuto del 71% in 12 mesi. Ma la domanda di prodotto non cala.

"Il futuro per Vitavigor è una scommessa decisiva. Vogliamo consolidare la presenza nei paesi in cui siamo già attivi e allargarci a nuovi orizzonti, sia in Italia, dove miriamo a essere leader in tutti i canali di distribuzione", spiega Federica Bigiogera, responsabile marketing della società.

"Per il successo, però, la strada è quella della tradizione e della memoria delle origini", spiega. Era infatti il 1958 quando Giuseppe Bigiogera, fornaio meneghino, decise di creare la celebrità aziendale. È lui a dare vita al "El super Grissin de Milan" e il marchio Vitavigor, dal latino vita-ae - vigor, (vita e forza).

Dalla bottega di 65 anni fa, si è passati nel tempo a una produzione artigianale e poi industriale, "tenendo saldi i principi e l’impegno per la qualità" della famiglia. "Per proporci con successo nei mercati e nelle abitudini di tutto il mondo, stiamo terminando il restyling di confezioni e immagine del marchio di tutta la nostra gamma, investimento che andrà a presentare ai clienti finali l’offerta di un’impresa che si dimostra in costante evoluzione", aggiunge la manager.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro