Milano, 21 dicembre 2017 - Un uomo di 37 anni è stato arrestato con l'accusa di truffa aggravata. Nelle scorse ore I Carabinieri del Comando Provinciale di Milano hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Milano nei confronti del giovane, italiano e già noto alla Giustizia.  La misura è arrivata al termine delle indagini dei militari della squadra anti-truffe del Nucleo Investigativo sulla scorta degli elementi raccolti nell'ambito del'analisi di alcuni episodi di truffa agli anziani consumati a Milano.

Gli accertamenti condotti hanno permesso di individuare l`uomo come autore di 8 episodi, consumati tra il 27 aprile e il 20 giugno scorsi, ai danni di donne dai 70 agli 85 anni, alle quali sono stati portati via oltre 17mila euro in contanti e preziosi per un valore stimato di oltre 25mila euro. Stando a quanto ricostruito dai militari le truffe, consumate in diverse zone della città, sono state tutte messe a segno con il medesimo modus operandi che prevedeva un contatto telefonico con le vittime, nel corso del quale dapprima un falso avvocato e poi un sedicente maresciallo dei Carabinieri comunicava la necessità di consegnare denaro e gioielli ad un emissario, al fine di poter procedere al rilascio di un famigliare trattenuto presso una caserma dei Carabinieri in quanto responsabile di un sinistro stradale. 

A ritirare a domicilio soldi e oro era proprio il 37enne, individuato grazie alle descrizioni delle vittime, ad alcuni fotogrammi estrapolati dalle telecamere di sorveglianza, nonché ad attività tecniche svolte dai militari.  L'arrestato è stato condotto presso il carcere di San Vittore, dove rimane a disposizione dell`Autorità Giudiziaria, mentre proseguono le indagini dei Carabinieri per individuare i complici dell'uomo e la sua responsabilità in altri episodi.