Paolo Valentino vincitore del contest solidale
Paolo Valentino vincitore del contest solidale

Pioltello (Milano), 30 gennaio 2017 - Una sfida ai fornelli al servizio del sociale. Si è conclusa con una grande serata finale la prima edizione di Special Cook, iniziativa benefica organizzata dalla Officine Buone Onlus di Pioltello per portare l’alta cucina, sana e gustosa, negli ospedali italiani. Un talent in quattordici tappe tra Milano, Roma, Catanzaro, una sfida in corsia tra dieci giovani chef con ricette salutari, ideate con il supporto attivo di esperti nutrizionisti. Fondamentale il contributo dei i pazienti di ospedali ed istituti di cura chiamati a giudicare, con un voto da 1 a 10, i piatti proposti, portando due cuochi in finale. A contendersi il titolo di primo chef Special Cook 2016, sabato sera negli spazi del Nuceria Lab di Civesio, a San Giuliano Milanese, c’erano Paolo Valentino, Sous Chef di Andrea Provenzani al Ristorante Il Liberty di Milano, e Carlo Andrea Pantaleo del Ristorante Milano 37 di Gorgonzola. I loro menù sono stati degustati e valutati da una giuria tecnica e da un centinaio di ospiti. A trionfare Paolo Valentino che ha conquistato una settimana di vacanza in un resort di lusso. Diverse aziende hanno creduto nell’iniziativa, sostenendola dal suo esordio, tra cui Callipo.

"Abbiamo lavorato per ideare una terza via per il volontariato - ha sottolineato il presidente di Officine Buone Ugo Vivone -. Ci sono persone che donano il loro tempo, altre che mettono al servizio del prossimo la loro professionalità. Noi abbiamo pensato di creare un format per donare un’emozione attraverso il talento dei giovani". "Un progetto dalla forte connotazione educativa e formativa, non solo per i pazienti - ha ricordato Giancarlo Nicolazzo, responsabile di Special Cook per Officine Buone - ma anche per i volontari, gli chef e la struttura ospedaliera". Il progetto non si ferma: molte sono le novità per la seconda edizione: Special Cook proseguirà nel 2017, hanno confermato Vivone e Nicolazzo a fine serata, coinvolgendo nuove città, ospedali e cuochi.