Quotidiano Nazionale logo
5 mag 2022

Centri estivi: il Comune ci riprova

Centri estivi: dopo il flop dell’anno scorso, quando il servizio era rimasto al palo per una serie di fraintendimenti e intoppi burocratici, ora il Comune di Melegnano ci riprova. Se quest’anno si riuscirà a farlo decollare, il servizio, rivolto ai bambini dalla scuola materna fino alle medie, resterà in agenda dal 13 giugno al 2 settembre - con una pausa dal 15 al 19 agosto - e funzionerà dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 17. Due le sedi: la scuola primaria Teresa Sarti di via Lazio e la scuola dell’infanzia Cesaris di via Pasolini. È stata bandita una gara, con scadenza 16 maggio, per individuare un unico operatore, che dovrà redigere un progetto ad hoc e seguire direttamente lo svolgimento delle attività. "La nostra giunta comunale ha emanato le linee di indirizzo per l’affidamento delle attività estive con un progetto complessivo – rimarca il vicesindaco Ambrogio Corti -. Oltre a rispondere alle necessità delle famiglie, abbiamo tenuto conto anche dell’impatto economico che, soprattutto quest’anno, non può essere secondario. Per questo la retta settimanale per i residenti, comprensiva anche del pasto, non potrà essere superiore a 100 euro." "Il gestore – aggiunge Roberta Salvaderi, assessore a scuola e asilo nido - dovrà tenere conto anche di alcuni aspetti prioritari, come la richiesta di organizzare attività per l’intera giornata, oltre che di proporre iniziative educative, sportive, ricreative e ludiche. L’obiettivo è quello di far trascorrere alle bambine e ai bambini momenti spensierati, ma che siano anche rilevanti a livello di formazione personale". I progetti che si candideranno dovranno prevedere, a carico dell’operatore, alcune attività minime, come la raccolta delle iscrizioni, un’uscita settimanale in piscina, la fornitura dei pasti e di tutto il materiale didattico-ricreativo.

Alessandra Zanardi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?