Quotidiano Nazionale logo
31 gen 2022

Abbatte il semaforo Ripreso e sanzionato

L’uomo dovrà risarcire i danni. È solo uno dei molti episodi. che sono stati scoperti. grazie all’uso delle telecamere

L’incidente tra viale Marelli, via Pavese e via Buozzi: l’uomo è finito contro il semaforo ed è scappato, ma grazie all’uso delle telecamere è stato rintracciato
L’incidente tra viale Marelli, via Pavese e via Buozzi: l’uomo è finito contro il semaforo ed è scappato, ma grazie all’uso delle telecamere è stato rintracciato
L’incidente tra viale Marelli, via Pavese e via Buozzi: l’uomo è finito contro il semaforo ed è scappato, ma grazie all’uso delle telecamere è stato rintracciato

Forse era ubriaco l’uomo che a bordo di un furgone di colore giallo, alcune settimane fa, ha abbattuto un semaforo tra viale Marelli, via Pavese e via Buozzi. Ha completamente sbagliato la manovra in curva e ha colpito con violenza il palo semaforico. In piena notte, con le strade deserte, ha ingranato una rapida retromarcia ed è sparito nel buio lasciando dietro di sè alcune migliaia di euro di danni. Quasi sempre, in passato questi episodi sarebbero rimasti impuniti, perché in mancanza di testimoni oculari è praticamente impossibile trovare tracce che portino agli autori. Ma oggi i moderni sistemi di videosorveglianza possono essere d’aiuto. Lo sono stati per questo caso. Come testimoniano le immagini diffuse dall’amministrazione comunale di Sesto, l’incidente è stato ripreso da una telecamera del sistema di videosorveglianza cittadino. Nonostante fosse notte fonda, dalle immagini si può vedere distintamente il mezzo che affronta la curva e va a sbattere sul palo semaforico montato al cento della carreggiata. Uno zoom sulle immagini digitali ha consentito alla polizia locale di leggere il numero della terga e di confrontarlo con i dati contenuti nel registro automobilistico. Nel giro di pochi giorni l’autore dell’incidente è stato identificato. L’uomo è stato sanzionato sia per danneggiamento, sia per non essersi fermato. Dovrà anche risarcire tutti i costi delle apparecchiature danneggiate e quelli di posa del nuovo semaforo. Si tratta di uno dei moltissimi episodi scoperti e sanzionati grazie all’uso di telecamere di videosorveglianza che sono diventate strategiche per rendere le città più sicure. Nella vicina Cinisello Balsamo, dove i sistemi di sorveglianza esistono da anni, sono molti i pirati della strada scoperti e denunciati. Sesto ci sta arrivando solo ora, dopo anni di rallentamenti. Attualmente sono 120 le videocamere sparse in città. Ros.Pal. ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?