Maria Giulia Sergio

Inzago (Milano), 28 dicembre 2018 - Maria Giulia Sergio, più conosciuta come Fatima, non è più inzaghese. La prima foreign fighter  italiana è stata cancellata dall’anagrafe per irreperibilità, come prevede la legge. Prima di convertirsi al Califfato abitava con i genitori e la sorella in una palazzina anni Sessanta in via Garibaldi 1. In molti ipotizzano che sia morta combattendo per l'Isis, ma da tempo non si hanno più notizie certe di lei.

In questi anni non sono mancati avvistamenti della donna, anche a Milano, ma erano infondati. Condannata a 9 anni per terrorismo, convinse il padre, la madre e la sorella a trasferirsi in Siria via Skype con frasi del tipo: "Noi qui ammazziamo i miscredenti, tagliamo le teste e conquisteremo Roma". I tre nel luglio 2015 furono arrestati dalla Digos poco prima di partire. I genitori nel frattempo sono morti, mentre Marianna è in carcere dove deve scontare 5 anni e 4 mesi, condanna definitiva con rito abbreviato.