Omaggio al centenario della GdF

Il vicebrigadiere Giovanni Battista Tanchis ha compiuto 100 anni. Il comandante provinciale della Finanza di Lecco gli ha portato gli auguri del capo di stato maggiore e del comandante regionale della Lombardia. Ha ricevuto come regalo due stampe e la Croce d'argento per merito di servizio.

Omaggio al centenario della GdF
Omaggio al centenario della GdF

GALBIATE

È il decano dei finanzieri lecchesi. Il vicebrigadiere Giovanni Battista Tanchis, in congedo dal 1979, ha compiuto ieri 100 anni. Per festeggiare il traguardo del secolo, è andato a trovarlo direttamente a casa sua, a Galbiate, il comandante provinciale della Finanza di Lecco, il colonnello Emilio Fiora, che gli ha portato gli auguri personali del capo di stato maggiore in persona, generale di Divisione Leandro Cuzzocrea e del comandante regionale della Lombardia, il generale Giuseppe Arbore. Con lui anche i soci dell’Anfi, l’Associazione nazionale finanzieri d’Italia e il sindaco Piergiovanni Montanelli. Come regalo, il comandante dei finanzieri lecchesi ha regalato al centenario due stampe: una raffigurante l’antico motto della VI Legione della Guardia di Finanza, che recita "Più del dovere" e l’altra che ritrae una delle immagini della moderna Polizia economico finanziaria. Il nonno dei finanzieri è originario della di Semestene, in provincia di Sassari in Sardegna. Si è arruolato l’11 gennaio 1943, in piena Seconda guerra mondiale, durante la quale è stato di stanza a Roma. Successivamente, nel novembre ‘51, è stato trasferito appunto alla VI Legione di Como, a proteggere i confini e dare la caccia a contrabbandieri di sigarette e spalloni, quando non c’erano intercettazioni né tecnologia, ma solo appostamenti, pedinamenti e inseguimenti a perdifiato nei boschi nel buio della notte. Poi il passaggio alla Polizia tributaria. Nel 1959 è stato insignito della Croce d’argento per merito di servizio.

Daniele De Salvo