Merate: la famiglia Trasporte festeggia. Ritrovati i documenti di James, si può volare nelle Filippine

Il permesso di soggiorno, documento necessario alla partenza per il Paese di origine, è stato già riconsegnato. L’appello lanciato su Il Giorno

La famiglia Trasporte festeggia il ritrovamento dei documenti: si può partire per le Filippine (Cardini)

La famiglia ora può partire per il viaggio programmato da tempo

Merate, 2 aprile 2024 – I lieto fine succedono anche nella vita vera, non solo nelle favole. Elvie Elnar e suo marito James Trasporte con le loro due giovani figlie possono finalmente tornare nelle Filippine, il loro Paese d’origine, da dove mancano da otto anni e riabbracciare i genitori, i partenti, gli amici di infanzia.

Qualcuno ha infatti ritrovato il permesso di soggiorno che a metà marzo era stato rubato a James, senza il quale non potrebbe partire per quel viaggio per il quale hanno risparmiato a lungo e compiuti tanti sacrifici. Elvie e James sono marito e moglie di 43 anni, abitano a Merate e sono genitori di due figlie di 16 e 10 anni.

Il furto

Lei al momento non lavora, lui è un addetto di un’agenzia di pulizie: un paio di settimane fa, mentre stava svolgendo il suo lavoro in un condominio di Olgiate Molgora, qualcuno gli ha rubato il borsello lasciato in auto. Dentro c’erano soldi, il bancomat, le chiavi di casa e il permesso di soggiorno.

Nonostante la denuncia e la corsa del giorno dopo in questura per chiedere il rilascio di un duplicato del documento, ci sarebbero voluti almeno due mesi per ottenerne una copia, troppo per partire, come pianificato, a inizio maggio per tornare nelle Filippine. Di comperare nuovi biglietti purtroppo nemmeno a parlarne: costerebbero troppo e loro non hanno tutti quei soldi.

L’appello

Per questo Elvie ha lanciato un appello dalle pagine de Il Giorno: "Per favore aiutateci. Se qualcuno dovesse trovare in giro i documenti e il permesso di soggiorno di mio marito James, ce li restituisca. È l’unica speranza per noi poter tornare nelle Filippine. Manchiamo da 8 anni, vogliamo rivedere i nostri genitori, i familiari, gli amici e mostrare loro le nostre figlie che sono cresciute".

Elvie non ci credeva molto, e invece il "miracolo” è accaduto. "Pochi giorni prima di Pasqua ci hanno contattato dalla Polizia locale di Merate per informarci che qualcuno che aveva letto il nostro appello aveva ritrovato il permesso di soggiorno di James e lo aveva consegnato in municipio – racconta Elvie – I soldi, il bancomat, le chiavi e tutto il resto non sono stati trovati, ma il permesso di soggiorno sì ed è quello che ci importa, perché finalmente il mese prossimo potremo partire per le Filippine. Grazie per l’aiuto che ci avete dato".