Vaccino anti-Covid: ogni anno dovremo proteggerci dai rischi dell'infezione. A dirlo è Walter Ricciardi, consigliere del ministero della Salute, intervistato da "L'aria che tira", programma di La7.

"Ce lo ha insegnato Israele - ha detto l'esperto - che ha avuto una quarta ondata perché ha vaccinato prima di noi, ma poi ha trascurato il richiamo e a un certo punto ha dovuto ordinare in fretta e furia tante terze dosi e ha vaccinato e sta vaccinando tutta la popolazione. Quindi - conclude Ricciardi - se tanto mi dà tanto, per evitare problemi nel 2022 dovremo fare presumibilmente un 
richiamo".

Resta invariata la scala di priorità, almeno per questi mesi: i primi a effettuare la dose booster - fase del resto già avviata -  sono fragili, immunodepressi e over 60. Più lontano l'appuntamento con il richiamo per i giovani. "In questo momento non sappiamo ancora quanto presto dovremo rivaccinare i piuù giovani per fare in modo che il virus continui a circolare poco - ha detto Gianni Rezza, direttore generale della prevenzione del ministero della Salute, durante la conferenza stampa sull'analisi dei dati del monitoraggio settimanale sulla pandemia - Probabilmente ci sarà qualche tempo per decidere se e quando rivaccinarli, anche perché i giovani sono stati vaccinati più tardi".