Livorno-Cremonese
Livorno-Cremonese

Cremona, 10 luglio 2020 - La Cremonese non sbaglia il “jolly salvezza” e, pur soffrendo sino all’ultimo istante di recupero torna dal campo del Livorno fanalino di coda con tre punti allontano in modo prezioso le posizioni calde della classifica. Dopo essere andata al riposo in vantaggio, la formazione di mister Bisoli si vede raggiungere in avvio dai padroni di casa, ma ha la forza di inseguire sino in pieno recupero il nuovo vantaggio che premia la generosità e la tenacia degli ospiti. Un risentimento muscolare dell’ultima ora blocca Crescenzi e mister Bisoli affianca ai centrali Ravanelli e Terranova gli sterni Mogos, a destra, e Bianchetti, a sinistra.

“Aggiustamenti” che non impediscono agli ospiti, apparsi molto motivati in avvio, di rendersi pericolosi per primi. É infatti il 4’ quando Palombi manca la conclusione da posizione favorevole, mentre il successivo tiro di Terranova viene vanificato dal fuorigioco. L’attaccante di scuola Lazio si destreggia meglio all’8’, ma Plizzari è attento e neutralizza la sua conclusione assai insidiosa. Gli amaranto giocano col cuore e cercano di evitare la sconfitta che potrebbe sancire anzitempo la retrocessione in serie C. Sono comunque gli ospiti a provare il tiro con maggiore insistenza e intorno al quarto d’ora ci provano ancora Gustafson e Valzania. I toscani guidati da Antonio Filippini non si limitano certo a difendersi e al 21’ si mette in luce Marsusa, ma Ravanelli è pronto a chiudere l’azione rifugiandosi in angolo. Con il passare dei minuti la gara si fa più bloccata. Le occasioni tardano ad arrivare e la nota dominante è l’equilibrio. Al 27’ si mette in luce Gaetano, ma un difensore si oppone con il corpo, mentre 2’ più tardi una sventola di Castagnetti si perde di poco sul fondo. È un buon momento per i grigiorossi, che insistono prima con Gaetano e poi con Mogos. Sforzi che fanno maturare il desiderato vantaggio al 36’, quando Castagnetti pennella un invitante cross al centro, dove Ciofani con un perfetto stacco di testa trafigge Plizzari. La reazione del Livorno si esaurisce in un tiro di Murilo che manda il pallone lontanissimo dalla porta, mentre sono decisamente più pericolosi gli spunti di Palombi e Castagnetti che impensieriscono la retroguardia locale prima dell’intervallo.

La ripresa, che si apre con un tiro di Castagnetti respinta dalla difesa amaranto, sembra proseguire sulla stessa falsariga, ma all’10’, sugli sviluppi di un corner, Coppola svetta indisturbato e firma l’inatteso pareggio che costringe i grigiorossi a ricominciare tutto daccapo. La Cremonese non ci sta a dividere la posta in palio e risponde con uno spunto di Valzania, ma l’azione sfuma. Mister Filippini continua a dare spazio ai giovani che dovranno costituire l’ossatura della squadra nella prossima stagione, ma i grigiorossi, pur premendo in avanti, non riescono a creare vere occasioni. Al 27’, però, gli ospiti sfiorano il nuovo vantaggio. Sugli sviluppi di un corner la sfera viene sfiorata da Ciofani e giunge a Valzania che, vicino alla porta, ha tutto il tempo e lo spazio per prendere la mira, ma spedisce mestamente a lato. È la Cremonese a fare la partita, ma non riesce a trovare lo spunto giusto per mettere in difficoltà la retroguardia livornese che gioca con grande attenzione. La squadra di Bisoli non demorde e al 41’ Plizzari sembra dare il contributo decisivo ai grigiorossi. Il portiere fatica a gestire una sventola di Zortea dalla distanza, ma riesce a rifugiarsi in angolo. Al 44’ rimane senza esito un colpo di testa di Mogos da posizione invitante, ma in pieno recupero arriva il guizzo che avvia la festa dei grigiorossi. È il 47’ quando Valzania inventa lo spunto che batte Plizzari e sancisce in extremis una vittoria fondamentale per la Cremonese. Al triplice fischio esplode la gioia dei grigiorossi per un successo che avvicina in modo prezioso la salvezza, mentre il Livorno esce dal campo a testa bassa per una sconfitta che vale la caduta in serie C.

Luca Marinoni

Livorno-Cremonese 1-2 (0-1)

Livorno (3-5-2): Plizzari 6; Boben 6, Coppola 6,5, Bogdan 6; Morelli 6 (31’ st Trovato 6), Luci 6 (8’ st Ruggiero 6), Del Prato 6, Awua 6,5, Seck 6; Murilo 6,5 (31’ st Braken sv), Marsura 6 (24’ st Fremura sv). A disposizione: Neri; Ricci; Marie Sainte; Porcino; Nunziatini; Pecchia; Mazzeo; Pallecchi. All: Antonio Filippini 6,5.
Cremonese (4-3-3): Ravaglia 6; Mogos 6,5, Ravanelli 6,5, Terranova 6,5, Bianchetti 6 (40’ st Zortea sv); Valzania 6,5, Castagnetti 6,5 (29’ st Arini 6), Gustafson 6 (17’ st Piccolo 6); Gaetano 6 (29’ st Celar 6), Ciofani 6,5, Palombi 6 (17’ st Parigini 6). A disposizione: Volpe; Scarduzio; Claiton; Ceravolo; Kingsley; Boultam. All: Pierpaolo Bisoli 6.
Arbitro: Antonio Rapuano di Rimini 6.
Reti: 36’ pt Ciofani; 10’ st Coppola; 47’ st Valzania.
Note: ammoniti: Ravanelli; Murilo; Parigini – angoli: 6-3 per la Cremonese – recupero: 0 e 5’ - la partita si è giocata a porte chiuse.