Pierpaolo Bisoli
Pierpaolo Bisoli

Cremona, 26 giugno 2020 - La Cremonese incappa nella serata più amara e la gara con il Cosenza, che avrebbe dovuto allontanare in modo importante i grigiorossi dalla zona rossa della classifica, si trasforma nella caduta più dolorosa e preoccupante. I calabresi violano lo “Zini” con un gol per tempo e rilanciano decisamente le proprie speranze di salvezza, inguaiando pericolosamente la squadra di Bisoli, apparsa volonterosa, ma ancora una volta poco concreta in zona-gol. I rossoblù scendono in campo con grande determinazione e assumono per primi l’iniziativa. Dopo 2 soli minuti Prezioso chiama Ravaglia al primo intervento, mentre 1’ più tardi l’ex Carretta cerca di centrare il bersaglio da posizione defilata, ma non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. I calabresi insistono e la prima opportunità per i padroni di casa giunge dopo 9’, ma Parigini non riesce a controllare il servizio di Valzania. Al 13’ Castagnetti prova a scuotere i grigiorossi con una secca conclusione, ma non riesce ad andare oltre un calcio d’angolo che rimane senza esito. Allo stesso modo al 16’ sfuma un interessante duetto Gaetano-Valzania, mentre sul fronte opposto Riviére e Bruccini chiamano al disimpegno la retroguardia di casa.

Il risultato cambia al 25’, con un affondo incisivo dei silani che libera Riviére davanti a Ravaglia, che non può nulla contro lo spunto vincente dell’attaccante rossoblù. La squadra di Bisoli cerca di riprendere dal duro colpo e Parigini si mette in luce, ma Idda lo atterra in malo modo guadagnando un inesorabile cartellino giallo. Gli ospiti non si limitano a proteggere il prezioso vantaggio e alla mezzora obbligano terranova ad una provvidenziale deviazione in angolo per annullare un tentativo di Casasola. Al 32’, però, la Cremonese ha un sussulto, ma la traversa annulla il colpo di testa di Ciofani. L’opportunità creata ricarica i grigiorossi che chiudono il primo tempo in avanti, ma gli spunti di Parigini e Gaetano non riescono a cancellare il vantaggio con il quale il Cosenza va al riposo. La ripresa nel modo peggiore per le speranze dei padroni di casa. Al 2’ un cross di Casasola pesca in buona posizione Baez, che sovrasta il neo-entrato Zortea e firma il 2-0 che mette ancora più in salita la rincorsa dei grigiorossi.

La formazione di Bisoli cerca di non perdersi d’animo e al 7’ Gaetano entra nell’area rossoblù, ma il suo tiro si perde a lato. La Cremonese riesce a costruire manovre interessanti, ma pecca al momento di concludere e così gli spunti di Ciofani e Parigini (due volte) non fruttano la rete che potrebbe riaprire le sorti della partita. Il Cosenza, dal canto suo, ha il merito di non limitarsi a proteggere il doppio vantaggio, ma continua a punzecchiare i locali con ripartenze che mettono in difficoltà la retroguardia di casa. Mister Bisoli cerca di mescolare le carte a sua disposizione e inserisce Celar e Kingsley, che subito dopo essere entrati in campo provano la conclusione, ma la rete difesa da Perina non corre pericoli. I grigiorossi non riescono a trovare lo spunto vincente, ma hanno il merito di insistere e al 31’ guadagnano un rigore per un fallo di mano di Idda che incappa nella seconda ammonizione. Per i padroni di casa, però, la serata è nero pece e Ciofani si vede neutralizzare da Perina la debole conclusione che avrebbe potuto riaprire le sorti del match e dare almeno vita a quel finale arrembante che, invece, rimane una semplice illusione. La realtà, invece, parla di una Cremonese che è tornata nuovamente in zona play out, a -3 dal Venezia e minacciata da vicino proprio da un Cosenza che non intende smettere di lottare.


Cremonese-Cosenza 0-2 (0-1)

Cremonese (4-3-3): Ravaglia 6; Bianchetti 6, Terranova 6, Ravanelli 6, Crescenzi 6 (15’ st Celar 6); Gaetano 6,5, Castagnetti 6 (15’ st Kingsley 6), Valzania 6,5 (38’ st Mogos sv); Palombi 6 (1’ st Zortea 6), Ciofani 6, Parigini 6,5 (35’ st Ceravolo sv). A disposizione: De Bono; Volpe; Claiton; Boultam; Gustafson; Arini. All: Pierpaolo Bisoli 6.
Cosenza (3-4-3): Perina 6,5; Idda 6, Schiavi 6 (23’ st Monaco 6), Legittimo 6; Casasola 7, Bruccini 6, Prezioso 6,5 (23’ st Sciaudone 6), Bittante 6; Carretta 6,5 (38’ st Broh sv), Riviére 6,5 (38’ st Capela sv), Baez 6,5 (47’ st Bahlouli sv). A disposizione: Saracco; Corsi; D’Orazio; Kone; Sueva; Aceto. All: Roberto Occhiuzzi 7.
Arbitro:Gianluca Aureliano di Bologna.
Reti: 25’ pt Riviére; 2’ st Baez.
Note: ammoniti: Casasola; Idda; Kinglsey – espulso: 31’ st Idda (doppia amminizione) - angoli: 5-5 – recupero: 0 e 6’.