P.G.R.
Cronaca

Salva la cicogna del castello di Pandino, ferita a un’ala dalla grandine

I soccorritori hanno notato che l’animale si muoveva a fatica

La cicogna del castello di Pandino

La cicogna del castello di Pandino

Cremona – La cicogna che ogni tanto viene avvistata su una delle torri del castello visconteo di Pandino è stata trovata ferita a un’ala nel fossato del maniero. I soccorritori hanno notato che l’animale si muoveva a fatica a causa della ferita.

L’Amministrazione comunale ha subito richiesto l’intervento della Polizia provinciale che ha accertato la rottura di un’ala, causata molto probabilmente da un grosso chicco di grandine. Gli agenti hanno portato il volatile al Centro recupero animali selvatici (Cras) in provincia di Mantova per le cure che faranno riprendere il volo allo splendido animale.

La cicogna non è stato l’unico animale selvatico vittima del maltempo e trasportato nel Mantovano a causa dell’ormai nota assenza di una struttura idonea al primo soccorso nella provincia di Cremona che, con Lodi e Como, è l’unica a non avere un Cras sul proprio territorio.

In realtà in passato ce l’aveva a Cascina Stella, a Castelleone, e funzionava anche bene. Poi qualcuno ha deciso di smantellarlo.