Un'immagine diffusa dai carabinieri
Un'immagine diffusa dai carabinieri

Cremona, 19 luglio 2019 - Un altro giovane in manette e cinque denunciati tutti componenti della baby gang “Cremona dissing” che da gennaio a luglio ha messo in atto aggressioni e rapine ai danni di altri ragazzi. In particolare i carabinieri della compagnia di Cremona hanno arrestato un 15enne, che ha partecipato con altri cinque all'aggressione di un 18enne fuori dal locale La Centrale del latte il 19 aprile scorso. L'auto della vittima era stata accerchiata nel parcheggio, da lì la violenza e la rapina: il gip nell'ordinanza ha sottolineato la particolare gravità del reato commesso.

Quest’ultima è stata caratterizzata dall’aggressione violenta e gratuita del gruppo, che con un’azione coordinata e avvalendosi della particolare capacità intimidatoria del numero delle persone, che consentiva di impossessarsi dei beni. Gravi sono state anche le lesioni cagionate alla vittima, alla quale è stata causata la frattura delle ossa nasali e una successiva insufficienza renale. Il 15enne arrestato è nato e residente a Cremona, tre sedicenni e un altro quindicenni i denunciati.

L'azione messa in atto dal gruppo, con la rapina del cellulare di ultima generazione e di un giubbotto era stata secondo gli inquirenti pianificata dall'inizio, così come la rituale “jumpata” come la definivano nella pagina Instagram, ovvero le botte al malcapitato. Le indagini e soprattutto la chiamata in correità di uno degli studenti, già arrestati in precedenza, ha permesso di individuare il 15enne come ulteriore componente del branco autore dell’aggressione