Urania in piena crisi, playoff a rischio. Villa: "Niente scuse, non basta avere talento"

Sere A2. Dopo la terza sconfitta di fila il tecnico sbotta: "Nel finale crolliamo, per capire dovrei entrare nella testa dei miei giocatori"

Urania in piena crisi, playoff a rischio. Villa: "Niente scuse, non basta avere talento"

Urania in piena crisi, playoff a rischio. Villa: "Niente scuse, non basta avere talento"

Dopo tante gioie e soddisfazioni nella prima parte del campionato, ora è certamente il momento più buio per il campionato dell’Urania Milano. I Wildcats hanno perso le ultime 3 partite consecutive e sono stati risucchiati nella pancia della classifica al sesto posto, ancora una volta facendosi rimontare nell’ultima parte della gara.

Nulla di compromesso visto che ci sarà tutta la seconda fase ad orologio da giocare (ai playoff si qualificano le prime 8), ma a due giornate dalla fine della regular season la Wegreenit deve provare a rialzare la testa. "Diventa complicato adesso entrare nella testa delle persone, è la terza volta di fila che succede questo. Non abbiamo scusanti - ha detto coach Davide Villa dopo la sconfitta sul campo della Luiss Roma - dei primi 35 primi buoni minuti non ci rimane in mano nulla se poi non chiudiamo le gare. Dire perchè ad un certo punto tutto cambia non è semplice".

Il coach milanese si arrovella alla ricerca di una soluzione per riprendere il trend positivo della stagione: "Questa cosa qui è strana, è difficile da comprendere, abbiamo giocatori di talento, ma è troppo facile essere contenti e uniti quando le cose sono facili e vanno bene, dobbiamo esserlo anche quando le cose non funzionano e ancora di più esserlo nei momenti decisivi. Forse già all’andata in qualche vittoria allo scadere c’era stato qualche problema del genere, ma il successo aveva scacciato via i fantasmi, ora dobbiamo essere bravi a ritrovare serenità. Tutti siamo responsabili, è sempre più complicato metterci rimedio, perchè non abbiamo avuto la capacità di fermare l’errore, ma dovremo trovare il modo di farlo".

Non sarà per nulla semplice visto che sabato ci sarà la trasferta sul campo della forte Torino, poi i milanesi avranno l’imperativo di fare bottino pieno ospitando Casale Monferrato all’ultima giornata. In base a questi risultati poi l’Urania giocherà la sua fase ad orologio con le 10 sfide contro le formazioni dell’altro girone, in casa contro le 5 che si sono posizionate alle sue spalle in classifica e in trasferta contro le 5 che la precedono. Le classifiche rimangono comunque separate e le prime 8 dei due gironi poi si incroceranno nei playoff che daranno luogo a due promozioni. Da evitare dal 9° in giù visto che le formazioni parteciperanno ai playout.